Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

#readingchallenge2016 and the Winner is…

andthewinneris
Sul podio, completando la sfida:

    1. TATIANA LARINA
      Ma chi se non la nostra Zarina! In questo post ecco tutti i libri letti per la sfida.
    2. P@P
      non poteva esimersi dal completare la sfida colei che per prima ha lanciato l’idea. Qui trovate i 5 libri che hanno colpito maggiormente p@p durante questa ARDUA prova.
    3. POLIMENA
      arrancando sono arrivata in fondo alla lista, anche se ha mandato alcune antiche maledizioni in aramaico a chi ha pensato a #classicigrecilatini e #inlinguaoriginale. Tra i libri che mai avrei letto se non fosse stato per la Reading challenge segnalo il #libromyear, Ma gli androidi sognano pecore elettriche? Bellissima scoperta. Qui l’elenco degli altri libri letti.

…e non è tutto, perché c’è chi ha portato a termine l’impresa e postato l’elenco dei libri letti per la sua Reading challenge 2016, come Barbara Mazzetta, che ha letto l’Anfitrione di Plauto per #classicigrecilatini, I Buddenbrook per #classicoimpossibile e Shantaram per #libroOceanico.

Classificati con merito

    • ZAIDENOLL
      Ho tentato disperatamente di schiacciare le mie voglie impellenti e la mia schizofrenia libresca nelle categorie della challenge, e non mi sono risparmiata gli accidenti inviati a chi ha inventato alcune categorie, rimaste nel mio caso lettera morta. Per il #libroManBooker ho letto Breve Storia di Sette Omicidi, che da solo vale un anno di letture. Il mio #librocopertina è stato Io e Mabel, che straconsiglio a tutti, come si vede dalla mia entusiastica rece. Vivendo a Roma, i miei #libroqui sono facilissimi e li riassumo con una parola: SCHIAVONE. Buon 2017 e pronti per la prossima Reading Challenge!
    • AGATA
      Eh, ne ho letti 19 su 28. Ma mi conosco, sono un’anarchica delle mie liste, figuriamoci di quelle degli altri. Di quello che ho letto segnalo in particolare #libromyear Il buio fuori di Cormac McCarhty (sì, sono nata nel 1968, curiosi 😀 ); #libromybirthday Tumbas di Cees Nooteboom (il 15 giugno, segnate); #classico1816 Orgoglio e pregiudizio ❤ ; #bastacoltsundoku Gente indipendente di Halldòr Laxness; #misparounatrilogia La trilogia della pianura di Kent Haruf ❤ ;  #viaggialibro Anime baltiche di Jan Brokken. Il #classicoimpossibile, Viaggio al termine della notte è rimasto tale, nel senso che il cinismo e la miseria umana sono talmente vere che ho fatto fatica a proseguire e lo finirò nel 2017.
    • VHRECCIA
      Ho chiuso con un migliorabile 19 su 28. Tra questi, a parte Hemon Il libro delle mie vite, segnalo caldamente L’età inquieta di Anna Starobinec, il mio #librorusso: estraniante e bellissimo. Soprattutto, però, la Rc2016 mi ha permesso di entrare nel mondo dei russi: quindi, per me, obbiettivo ampiamente raggiunto.
    • BUREKEATER
      Certo con 15 su 28 non si può proprio dire che mi ci sia impegnata tanto. Una menzione speciale merita, senza dubbio, il libro per la categoria #misparounatrilogia The African Trilogy: Things Fall Apart, No Longer at Ease, Arrow of God di Chinua Achebe (n. 16 ma ahimè ancora in corso di lettura), e  per #autorenonscrittore Dino Baldi, Morti favolose degli antichi, un must read per archeonerd.
    • HAIDEE
      Anch’io mi sono dispersa in letture varie ed eventuali e quindi per la sfida sono riuscita a concludere un misero 13 su 28. Ho toccato bassi livelli tentando la scalata alla challenge visto che, per la categoria  #misparounatrilogia, ho letto tutti e cinque i libri della saga di After di Anna Todd (che nessuno me ne voglia ma non si possono definire capolavori). Per fortuna ho letto anche libri molto belli come Il giardino delle nebbie notturne di Tan Twang Eng per la categoria  #librocopertina.

 

Aspettiamo i vostri libri, la vostra lista, i vostri accidenti nei commenti. Fatevi sotto!

Annunci

Informazioni su polimena

Sconvolta dal fatto che nell'interpretazione della canzone dei Tre cowboy dello zecchino le toccasse sempre la parte del Pacioccone, decise di rifugiarsi negli Harmony. Ne lesse talmente tanti da farne indigestione e da non sopportare più l'aroma zuccheroso e scontato. Onnivora con poche eccezioni legge per puro diletto, senza alcun filo logico se non l'ispirazione del momento o il consiglio di pochi fidati amici di letture.

7 commenti su “#readingchallenge2016 and the Winner is…

  1. burekeater
    05/01/2017

    #classicigrecilatini e #inlinguaoriginale sono opera della mia fantasia perversa muahahahahaha 😉

    Piace a 3 people

  2. Bravi, bravi, bravissimi! Io mi sono persa subito (pessima pianificatrice). Tra i pochi libri che ho inserito nella sfida segnalo il mio #libronew “Preparativi per la prossima vita” di Atticus Lish e per il #viaggialibro “Trieste sottosopra” di Covacich.
    Solo che a leggervi ora, mi verrebbe una gran voglia di iniziare una nuova sfida. Ma poi sarò capace di rispettarla? Mah…

    Piace a 3 people

    • Tatiana Larina
      06/01/2017

      Grande!!! Lo scopo per dalla #RC2016 è trovare nuovi stimoli e spunti di lettura e mi apre che tu ci sia dentro!!!

      Piace a 2 people

    • polimena
      06/01/2017

      certo! ti aspettiamo a quella del 2017 con soli 20 libri

      Piace a 1 persona

  3. Paola Lugo
    07/01/2017

    19 su 28…aiutata da due influenze in un mese, ma rallentata dalla poco felice scelta di alcuni tomi davvero poderosi (ad esempio “Generazione perduta” di Vera Brittain , #librodafilm, 636 pagine non sempre esaltanti, anche se l’autrice è stata una personcina molto notevole; oppure “Waverly”di W.Scott, #libro1816)
    Consiglio su tutti “L’ultimo amore di Baba Dunja” di Alina Bronsky, #librocircolare, ma anche “Anime baltiche” di Jan Brokken, #librocopertina, “L’arte di collezionare mosche” di F.Sjoberg, #autorenonscrittore, “Tecniche di cattura” di Flavio Faoro #esordiente italiano.
    Unico rimpianto : non aver fatto in tempo a leggere “LaRose”, di Louise Erdrich, #libro. Magari rientra nella Challenge 2017.

    Piace a 4 people

    • polimena
      07/01/2017

      Complimenti per le belle letture, alcune amate anche fra i russi. Per il 2017 abbiamo pensato a sole 20 categorie ma con una versione più “difficile”, per chi vuole. Ti aspettiamo!

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Le nostre foto

Una donna, di Annie Ernaux, @lormaeditore . Il libro dell'anno consigliato da @agata.e.la.tempesta . È stato un anno pieno di impegni e di soddisfazioni, che però mi hanno sottratto il tempo per leggere (ma non per comprare libri). Come mio solito ne ho iniziati molti, l’ingordigia letteraria non mi lascia scampo. Sono sicurissima che fra quelli che ho acquistato ci sarebbero altri libri dell’anno, uno fra tutti potrebbe essere il Diario di Susan Sontag (che genio!) della Nottetempo che mi ripropongo di finire durante i giorni di vacanza che mi aspettano. Altro libro che voglio citare è Pensando a mio padre, di Yan Lianke, anche questo edito da @edizioninottetempo . Un racconto sul rapporto col padre negli anni del Grande balzo in avanti, la miseria, la fame, ma anche la forza, il rimpianto e il perdono. Riguardando indietro le mie letture, quindi, eleggo a mio libro dell’anno Una donna di Annie Ernaux, uscito per i tipi de L’Orma Editore. I motivi li ho descritti nella mia recensione sul sito di Parla della Russia. Era da tanto che non piangevo chiudendo un libro. Chi ha perso la propria madre potrà capirmi. . . . #parladellarussia #libri #leggere #instabook #igerbooks #bookaddict #libridaleggere #bookworm #book #annieernaux #nottetempoedizioni #madri #cimettiamolafaccia
Il 16 dicembre del 2013 è nato il nostro blog Parla della Russia. Come da tradizione festeggeremo il nostro compleanno consigliandovi il libro migliore letto nel 2018. E ci mettiamo pure la faccia! In questo appuntamento annuale si mostrano anche i russi solitamente rintanati nel nostro gruppo segreto. Godeteveli tutti! E postateci nei commenti i vostri libri dell’anno. . . Iniziamo con Colson Whitehead, La ferrovia sotterranea consigliato da @adblues @edizionisur . "Mi ha preso, mi ha fatto sobbalzare il cuore, mi ha torto le viscere per l’indignazione e l’orrore e mi ha messo l’amaro in bocca facendomi riflettere che l’America giovane e schiavista non era poi tanto differente da quella di oggi." . . . #parladellarussia #libri #leggere #instabook #igerbooks #bookaddict #libridaleggere #bookworm #book #colsonwhitehead #laferroviasotterranea #statiuniti
Ogni anno, nel giorno del compleanno del blog Parla della Russia, consigliamo i nostri libri preferiti e Ci mettiamo la faccia. In attesa del 16 dicembre, stuzzicatevi l'appetito con la grande capa @ZaideNoll e il suo consiglio dello scorso dicembre 2017. . . . E’ stato un anno in cui ho letto poco rispetto ai miei standard, tra cui libri assolutamente dimenticabili, e anche libri bellissimi, tra cui Una vita come tante, La Ferrovia Sotterranea e Sangue Giusto, di cui si è ampiamente parlato qui. Per questo voglio dedicare questo post natalizio ad un librino che mi ha folgorato qualche giorno fa. Un libro per maniaci di libri (eccomi!) scritto da “un misterioso gruppo di esperti e maniacali lavoratori dell’editoria italiana”. E voi lo sapete che a me piacciono un sacco i maniaci! Nel libro troverete un po’ di tutto, dall’elenco dei vincitori dei principali premi letterari, agli incipit più belli della storia della letteratura. Il libro è bello, ha la copertina rugosa, le pagine color crema ed è un piacere sfogliarlo, tenerlo, regalarlo. . . Guida tascabile per maniaci dei libri Collana Beauborg, Editore Clichy Letto da @Zaidenoll . . @clichy_edizioni #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm #book
Un'autobiografia raccontata in terza persona sfogliando un album di fotografie, prima in bianco e nero e poi a colori. Il tessuto di un'esistenza personale e marcatamente femminile intimamente intrecciato al movimento fugace di una storia collettiva, quella dagli anni quaranta a oggi. Un vertiginoso elenco sociologico nel tentativo di "sauver quelque chose du temp ou l'on ne seraj plus jamais" . . . Letto da @pamelafragnoli . #parladellarussia #libri #leggere #instabook #igerbooks #bookaddict #libridaleggere #bookworm #book #annieernaux #autobiography

I nostri cinguettii

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: