Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

#readingchallenge2016 and the Winner is…

Sul podio, completando la sfida: TATIANA LARINA Ma chi se non la nostra Zarina! In questo post ecco tutti i libri letti per la sfida. P@P non poteva esimersi dal … Continua a leggere

05/01/2017 · 7 commenti

L’innamoratore di Stefano Piedimonte

                  «No, mi faccia capire bene: a lei la pagano per fare innamorare le donne o per innamorarsene lei?» Ivan Sciarrino trasse … Continua a leggere

28/07/2016 · Lascia un commento

Mia madre e altre catastrofi

Siete in sala d’attesa dal medico e non sapete come passare il tempo? O in fila alla posta e un’unico impiegato allo sportello? Oppure alla cassa del supermercato dove la … Continua a leggere

21/07/2016 · 3 commenti

#5libri che ti invogliano a visitare un luogo

Luglio col bene che ti voglio vedrai non finirà. Luglio m’ha fatto una promessa l’amore porterà… Eh si è arrivato anche luglio e con lui per tanti è arrivato il … Continua a leggere

18/07/2016 · 3 commenti

L’altro capo del filo

                  Camilleri ha scritto moltissimi Montalbano. Alcuni sono ottimi, altri sono decisamente mediocri, tutti comunque si lasciano leggere perché il commissario Montalbano … Continua a leggere

07/07/2016 · 1 Commento

Mio fratello rincorre i dinosauri

Cos’è normale? E cos’è diverso? Questo libro riguarda tutti quelli che si sono sentiti diversi dagli altri. E qui non parliamo di handicap. Parliamo di sensazioni. Di sentirsi sbagliati. Non … Continua a leggere

30/06/2016 · 6 commenti

Preparativi per la prossima vita

Un grande esordio per Atticus Lish. Un libro carico di dolore e sofferenza ma allo stesso tempo pieno di vita. Quella vera.

23/06/2016 · Lascia un commento

Andarsene

Centoventi pagine nelle quali la storia di una famiglia si intreccia con la Storia, quella dell’America Latina degli anni sessanta e settanta del secolo scorso. La famiglia è quella di … Continua a leggere

20/05/2016 · 5 commenti

Il piccolo regno

Ho comprato “Il Piccolo Regno” di Wu Ming appena uscito, regalo del coniglio pasquale per il giovane virgulto, ma manco a dirsi l’ho letto io. Divorato. Ad essere franca mi … Continua a leggere

01/05/2016 · 11 commenti

Montecristo

Potrei iniziare dicendo che la colpa va attribuita all’abbinamento del titolo al blu Sellerio, perché mentre ero in libreria in cerca di ispirazione (come se potessi averne bisogno per tramutare … Continua a leggere

19/04/2016 · 3 commenti

La tristezza ha il sonno leggero

Diciamocelo: se c’è una cosa che fa proprio paura è la felicità. Non sai mai quando arriva. E, soprattutto, quando se ne va. Nella migliore tradizione italica degli ultimi anni, … Continua a leggere

15/04/2016 · 4 commenti

Io e Mabel, ovvero H is for Hawk

                Helen è Mabel, noi siamo Helen “Le vite che immaginiamo ci abitano tanto quanto quelle che viviamo, e a volte ci coglie la … Continua a leggere

02/04/2016 · 10 commenti

Il brevetto del geco

Ho comprato questo libro dopo aver letto un articolo di  Christian Raimo nella sua rubrica su Internazionale, dove definisce Il brevetto del geco di Tiziano Scarpa “un inno alle parole”. Ha ragione. La lingua di Scarpa è … Continua a leggere

26/02/2016 · 1 Commento

Reading challenge russa 2016

Tra i propositi per il 2016 abbiamo pensato di inserire una reading challenge. Nel corso dell’anno nelle recensioni inseriremo l’hastag #readingchallenge2016 per i libri utilizzabili per il nostro gioco.

Potete recensire voi stessi o commentare in fondo ai nostri post contrassegnati da #readingchallenge2016

06/01/2016 · 121 commenti

Le nostre foto

Ogni anno, nel giorno del compleanno del blog Parla della Russia, consigliamo i nostri libri preferiti e Ci mettiamo la faccia. In attesa del 16 dicembre, stuzzicatevi l'appetito con la grande capa @ZaideNoll e il suo consiglio dello scorso dicembre 2017. . . . E’ stato un anno in cui ho letto poco rispetto ai miei standard, tra cui libri assolutamente dimenticabili, e anche libri bellissimi, tra cui Una vita come tante, La Ferrovia Sotterranea e Sangue Giusto, di cui si è ampiamente parlato qui. Per questo voglio dedicare questo post natalizio ad un librino che mi ha folgorato qualche giorno fa. Un libro per maniaci di libri (eccomi!) scritto da “un misterioso gruppo di esperti e maniacali lavoratori dell’editoria italiana”. E voi lo sapete che a me piacciono un sacco i maniaci! Nel libro troverete un po’ di tutto, dall’elenco dei vincitori dei principali premi letterari, agli incipit più belli della storia della letteratura. Il libro è bello, ha la copertina rugosa, le pagine color crema ed è un piacere sfogliarlo, tenerlo, regalarlo. . . Guida tascabile per maniaci dei libri Collana Beauborg, Editore Clichy Letto da @Zaidenoll . . @clichy_edizioni #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm #book
Un'autobiografia raccontata in terza persona sfogliando un album di fotografie, prima in bianco e nero e poi a colori. Il tessuto di un'esistenza personale e marcatamente femminile intimamente intrecciato al movimento fugace di una storia collettiva, quella dagli anni quaranta a oggi. Un vertiginoso elenco sociologico nel tentativo di "sauver quelque chose du temp ou l'on ne seraj plus jamais" . . . Letto da @pamelafragnoli . #parladellarussia #libri #leggere #instabook #igerbooks #bookaddict #libridaleggere #bookworm #book #annieernaux #autobiography
Il National Theatre è un colosso dell'architettura brutalista inglese. Insieme all'altro famoso mostro, The Barbican, sono brutti solo al primo sguardo. Sono belli dentro, di sicuro. Il National Theatre è un luogo prezioso ed aperto, dove tavoli, divani, poltroncine e tappeti spessissimi offrono ospitalità gratuita, oltre che film e teatro di qualità. Nel foyer immenso, c'è anche la libreria, un nucleo luminoso nella penombra della sala; un beacon, si direbbe inglese, un segnale di richiamo per allodole bibliofile. . . Segnalato da @realchicawonder . . #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm #book #london #nationaltheatre #beacon
Scriveva Susan Sontag a 14 anni: . Credo: a) che non esista un Dio personale né una vita dopo la morte b) che la cosa più desiderabile al mondo sia la libertà di essere fedeli a se stessi, vale a dire l'Integrità c) che la sola cosa che differenzi gli esseri umani sia l'intelligenza d) che il solo criterio per giudicare qualsiasi azione sia l'effetto ultimo che essa produce sulla felicità o l'infelicità dell'individuo e) che sia ingiusto privare un essere umano della vita [...] h) credo, inoltre, che uno Stato ideale debba essere forte e centralizzato, con il controllo governativo dei servizi pubblici, banche, miniere + trasporti e sovvenzioni delle arti, un salario minimo confortevole, il sostegno ai disabili e agli anziani. Assistenza statale alle donne incinte senza alcuna distinzione fra figli legittimi + illegittimi. . Era il 23 novembre 1947. Un libro pieno di spunti di riflessione, ma anche musica e letteratura. Un regalo bellissimo per lettori sofisticati. . #susansontag @edizioninottetempo #rinata . . . Letto da @agata.e.la.tempesta . . . #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm #book #diario #diary

I nostri cinguettii

Annunci