Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

#ControFestival: la parola ai lettori

Avete fatto caso che il numero di festival aumenta in maniera esponenziale? ci sono decine di eventi per presentare libri, parlare di libri, ascoltare gli scrittori e tutti questi eventi … Continua a leggere

03/10/2018 · 2 commenti

Il Meraviglioso viaggio di Nils Holgersson

Tatiana e PaleoMichi al telefono… secondo voi di cosa parlano? Ovvio,no? Di libri, scrittori, letture in corso. E così: Tatiana Larina: sto leggendo un libro bellissimo, lo avevo regalato al … Continua a leggere

21/02/2018 · 3 commenti

#5libri a Natale

  Piccole donne, Louisa May Alcott, Einaudi editore   – Natale non sarà Natale senza regali, – brontolò Jo, stesa sul tappeto. – Brutto guaio essere poveri, – commentò con … Continua a leggere

25/12/2017 · 10 commenti

Una Storia Italiana – La Trilogia di Vasco Pratolini

Pratolini è stato per me uno di quegli autori “da leggere”, insomma le ossa da farsi come lettore, uno di quelli nella libreria di casa. Così ho letto “Cronaca Familiare”, … Continua a leggere

01/11/2017 · 5 commenti

Proust sotto l’ombrellone?

Esistono i libri della vita, anzi, il libro della vita. Quello che leggi e accompagna tutti i tuoi IO che si susseguono nel corso della tua esistenza. Per me è … Continua a leggere

24/07/2017 · 4 commenti

Elizabeth e Jane

È un vero onore incontrarvi di persona… Siete proprio voi, Elizabeth Bennet?  Certo che sono io, non mi riconoscete? Gote rosate, occhi brillanti, espressione intelligente, incedere elegante, sono evidentemente io, … Continua a leggere

19/07/2017 · 1 Commento

#5libri marini e marinari

Il Mare. Il mare per me non è semplicemente un luogo di vacanza, o un luogo geografico, ma un luogo dell’anima. E sono sicura di non essere la sola, per la … Continua a leggere

05/06/2017 · 8 commenti

Memorie russe pt. III: Piter il matto.

“Sono convinto che a Pietroburgo molta gente, camminando, parla da sola. È una città di mezzo matti. Se da noi esistessero le scienze, medici, giuristi e filosofi potrebbero fare preziosissime … Continua a leggere

27/05/2017 · 2 commenti

#5libri su Riforma e Controriforma

Il 17 porta male, forse… sicuramente è anno di rivolgimenti. Di ricorrenze ce ne sono davvero diverse. Il 31 ottobre, ad esempio ricorrono i 500 anni (!) della Pubblicazioni delle … Continua a leggere

15/05/2017 · 4 commenti

#5libri lavorare per esistere, esistere per lavorare, resistere e lavorare

1 maggio. E celebriamola questa festa del lavoro, in un momento in cui le incertezze e la precarietà mirano le fondamenta civili dell’essere sociale: lavorare per avere non solo un posto … Continua a leggere

01/05/2017 · 6 commenti

#5libri rivoluzionari e qualcosa in più…

Eh no, qui in Russia il 2017 non può passare inosservato. E invece di aspettare ottobre, partiamo a marzo (febbraio del calendario giuliano) quando Pietrogrado ha preso fuoco. Siamo un … Continua a leggere

04/03/2017 · 6 commenti

La Saga dei Forsyte

È una grande, enorme consolazione trovare sempre un classico da scoprire. Io quest’estate ho scoperto Galsworthy e la Saga dei Forsyte. E che scoperta!! Comincio con una leggera vena polemica … Continua a leggere

18/08/2016 · 3 commenti

#5libri da servire freddi

Confesso di subire da sempre la fascinazione del tema della vendetta nell’arte e quindi vengo a proporre un cinque libri che mette insieme testi uniti da uno spunto narrativo comune … Continua a leggere

01/08/2016 · 2 commenti

#5libri La costruzione del Romanzo Russo – Il Secolo d’oro

Ci voleva un post russo, Russo per davvero. E ci proverò io, ovvero proverò qui a indicare  #5libri che hanno segnato la costruzione del romanzo moderno, nell’ottocento russo, definito il … Continua a leggere

25/07/2016 · 3 commenti

Le nostre foto

Ogni anno, nel giorno del compleanno del blog Parla della Russia, consigliamo i nostri libri preferiti e Ci mettiamo la faccia. In attesa del 16 dicembre, stuzzicatevi l'appetito con la grande capa @ZaideNoll e il suo consiglio dello scorso dicembre 2017. . . . E’ stato un anno in cui ho letto poco rispetto ai miei standard, tra cui libri assolutamente dimenticabili, e anche libri bellissimi, tra cui Una vita come tante, La Ferrovia Sotterranea e Sangue Giusto, di cui si è ampiamente parlato qui. Per questo voglio dedicare questo post natalizio ad un librino che mi ha folgorato qualche giorno fa. Un libro per maniaci di libri (eccomi!) scritto da “un misterioso gruppo di esperti e maniacali lavoratori dell’editoria italiana”. E voi lo sapete che a me piacciono un sacco i maniaci! Nel libro troverete un po’ di tutto, dall’elenco dei vincitori dei principali premi letterari, agli incipit più belli della storia della letteratura. Il libro è bello, ha la copertina rugosa, le pagine color crema ed è un piacere sfogliarlo, tenerlo, regalarlo. . . Guida tascabile per maniaci dei libri Collana Beauborg, Editore Clichy Letto da @Zaidenoll . . @clichy_edizioni #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm #book
Un'autobiografia raccontata in terza persona sfogliando un album di fotografie, prima in bianco e nero e poi a colori. Il tessuto di un'esistenza personale e marcatamente femminile intimamente intrecciato al movimento fugace di una storia collettiva, quella dagli anni quaranta a oggi. Un vertiginoso elenco sociologico nel tentativo di "sauver quelque chose du temp ou l'on ne seraj plus jamais" . . . Letto da @pamelafragnoli . #parladellarussia #libri #leggere #instabook #igerbooks #bookaddict #libridaleggere #bookworm #book #annieernaux #autobiography
Il National Theatre è un colosso dell'architettura brutalista inglese. Insieme all'altro famoso mostro, The Barbican, sono brutti solo al primo sguardo. Sono belli dentro, di sicuro. Il National Theatre è un luogo prezioso ed aperto, dove tavoli, divani, poltroncine e tappeti spessissimi offrono ospitalità gratuita, oltre che film e teatro di qualità. Nel foyer immenso, c'è anche la libreria, un nucleo luminoso nella penombra della sala; un beacon, si direbbe inglese, un segnale di richiamo per allodole bibliofile. . . Segnalato da @realchicawonder . . #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm #book #london #nationaltheatre #beacon
Scriveva Susan Sontag a 14 anni: . Credo: a) che non esista un Dio personale né una vita dopo la morte b) che la cosa più desiderabile al mondo sia la libertà di essere fedeli a se stessi, vale a dire l'Integrità c) che la sola cosa che differenzi gli esseri umani sia l'intelligenza d) che il solo criterio per giudicare qualsiasi azione sia l'effetto ultimo che essa produce sulla felicità o l'infelicità dell'individuo e) che sia ingiusto privare un essere umano della vita [...] h) credo, inoltre, che uno Stato ideale debba essere forte e centralizzato, con il controllo governativo dei servizi pubblici, banche, miniere + trasporti e sovvenzioni delle arti, un salario minimo confortevole, il sostegno ai disabili e agli anziani. Assistenza statale alle donne incinte senza alcuna distinzione fra figli legittimi + illegittimi. . Era il 23 novembre 1947. Un libro pieno di spunti di riflessione, ma anche musica e letteratura. Un regalo bellissimo per lettori sofisticati. . #susansontag @edizioninottetempo #rinata . . . Letto da @agata.e.la.tempesta . . . #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm #book #diario #diary

I nostri cinguettii

Annunci