La palude di Charlotte Link

Il mistero è ben costruito, tanto che la soluzione non è così scontata e il colpevole non si paleserà fino alla fine. Insomma, la Link con questo libro dimostra una certa bravura e riconquista un minimo di fiducia sulle sue capacità di scrittrice.

Annunci

Il Canaro. Magliana 1988: storia di una vendetta

"Le chiamano ottobrate romane quei giorni in cui l’autunno fatica a impossessarsi della Città Eterna e una nebbia leggera si alza dal Tevere cedendo a un sole mite, pronto a riscaldare l’affanno di un Papa stanco, giunto alla fine dei suoi giorni. Dimenticate il mio nome.” Il nome è quello di Pietro de Negri. Ma... Continue Reading →

Rien ne va plus, Schiavone#7

La #SchiavoneMania qui in Russia è arrivata al punto tale per cui, pur essendo stata io la prima a leggere #Schiavone, e pur avendo io recensito per voi tutta la serie, ho dovuto imporre la mia non democratica autorità per avere l'onore di scrivere questa recensione. E si, perché in #PDR ormai è tradizione comprare il... Continue Reading →

Le vedove di Malabar Hill, Sujata Massey

Una ragazza di buona famiglia nella Bombay degli anni venti ha un solo obiettivo: sposarsi con l’uomo che sceglierà la sua famiglia e farlo nel migliore dei modi, vivendo nella ricchezza e prendendosi cura della numerose prole che verrà. Perveen Mistry, la protagonista del libro di Sujata Massey, Le vedove di Malabar Hill, non conduce ... Continue Reading →

Mato Grosso

Aspettavo con ansia questo libro, e nell'aprirlo mi aspettavo di trovarci Ian Manook. Forse non proprio Yeruldelgger, sapevo benissimo che eravamo passati dall'immensità della steppa mongola all'impenetrabilità della foresta brasiliana. Ma mi aspettavo Manook: un intreccio poliziesco, mazzate, morti, ritmo investigativo serrato. Ed invece mi sono trovata tra le mani uno smilzo e densissimo noir.... Continue Reading →

I #5investigatori italiani più sexy

Non ditemi che sono incorreggibile. Sfido le amiche all'ascolto ( e pure gli amici, perché no?) a dichiarare che non si sono mai innamorate di un investigatore immaginario. Anzi, che dico? Più di uno. Ho deciso quindi che la tempesta ormonale su carta andava onorata con un #5libri che dichiarasse senza ombra di dubbio chi... Continue Reading →

L’artista della fuga

Un incidente aereo in Alaska e sette vittime, fra cui un caro amico del presidente Orson Wallace (il successore di Obama). Un imbalsamatore della base militare di Dover, nel Delaware, Jim Zig (Zigarowski)  che si deve occupare del cadavere di una delle donne morte nel volo,  per prepararlo per le esequie. Il cadavere sul quale Jim... Continue Reading →

Il Cinese

Io questo libro, questo bellissimo libro, l'ho letto in anteprima. Mi scuso quindi con i miei cinque lettori ( semicit.) per aver impiegato tutto questo tempo a scrivere questa recensione. Tempo in cui l'onda del "Cinese" sta investendo tutti i giallofili (ci trovate su Twitter con l'#folliperigialli) d'Italia, e la marea di apprezzamento e recensioni... Continue Reading →

Fate il vostro gioco, Schiavone#6

Impazza la #SchiavoneMania e il giorno dell'uscita di questo sesto episodio della serie, abbiamo fatto a gara per accaparrarci il tomo in giornata e, se possibile, finirlo in giornata. E non è stato difficile, perché ormai è come andare a trovare un vecchio amico, chiedergli come sta, fare due chiacchiere. E il povero Rocco è... Continue Reading →

Follia maggiore

Ho letto Follia Maggiore, l'ultimo libro di Alessandro Robecchi. Ho amato il primo, una vera canzone d'amore. Il secondo non me lo ricordo nemmeno. Il terzo mi ha fatto arrabbiare, perché io mi occupo di immigrazione e i dettagli legali e burocratici del racconto erano superficiali: e così me lo sono goduto poco, ma in... Continue Reading →

Sorella mio unico amore

Famiglia media americana nel New Jersey. Moglie, marito, due figli (ovviamente un maschio e una femmina), villetta con vialetto. "Allenamento e preghiera, preghiera e allineamento" è il mantra di Betsey Rampike, la madre che, giovane promessa del pattinaggio artistico, ha visto la sua potenziale carriera svanire a causa di un infortunio. La donna cerca senza... Continue Reading →

Non è vero

In montagna capita di udire sussurri anche quando il sole splende e le marmotte si crogiolano nei prati. Anche allora, inaspettate giungono delle voci che paiono umane. A volte sono davvero persone, così lontane che non sono neppure visibili, comitive alle quali il vento ruba i discorsi, li trattiene tra le sue spire e li... Continue Reading →

Yeruldelgger – Morte nella steppa

Me ne sto seduta ad un tavolino, in un bar. Il cameriere si avvicina e mi chiede cosa prendo. Gli rispondo che sto aspettando una persona. "Vengo dopo, allora", dice e io "Sì, grazie". Volevo scrivere qualcosa su questo libro, ma mi trovo proprio in difficoltà. Ho quindi pensato di parlarne con Polimena, che ha appena... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑