Quando tornerò di Marco Balzano

Daniela scappa dalla Romania, senza salutare perché le fughe sono piene di dolore e contengono un tempo indefinito. Scappa a Milano per svolgere il mestiere di badante. Lei che ha fatto altro nella vita, si ritrova con un vecchio da gestire e una solitudine che cerca di colmare con quotidiane videochiamate alla famiglia. Sperare in... Continue Reading →

Ci mettiamo di nuovo la faccia: i migliori libri letti nel 2020

C'è davvero poco da festeggiare di questo 2020, allora vogliamo salutarlo con più entusiasmo del solito. In un anno che ci ha travolto con tantissimo tempo per leggere e spesso con pochissima voglia di farlo, i nostri consigli sono ancora più sentiti. Siamo felicissimi di ritrovarci tutti insieme, virtualmente, per consigliarvi i libri che abbiamo... Continue Reading →

La città dei vivi – Nicola Lagioia

“Ci sono le città dei vivi, popolate di morti. E poi ci sono le città dei morti, le uniche dove la vita abbia ancora un senso” La città dei vivi è Roma, sfondo e vero protagonista del libro, un mondo a parte, invivibile ma traboccante di vita; una città infinita, senza confini né esterni, perché... Continue Reading →

I dodici dello Strega 2020

Anche per il 2020, come già per il 2019, ci siamo cimentati nella lettura dei dodici libri candidati al Premio Strega.  Su alcuni libri, letti da più persone, abbiamo pareri discordanti su altri siamo concordi. Abbiamo anche i nostri prediletti, credo che dalle recensioni si desuma facilmente quali siano, ma vinca il migliore! Silvia Ballestra,... Continue Reading →

Scopertine – i refusi che ce l’hanno fatta

State leggendo un libro nuovo di zecca, un prodotto editoriale perfetto, trama accattivante, traduzione impeccabile, non riuscite a metterlo giù. E poi arriva lui. Appena lo vedete si spengono i violini e non siete più sicuri dei vostri sentimenti. Lui, l’immancabile refuso, quel piccolissimo, insignificante errore che è riuscito in un’impresa quasi impossibile: sfuggire a... Continue Reading →

#5libri di Jorge Amado

Ci sono autori così imprescindibilmente legati alla storia di ognuno di noi che ci troviamo quasi a darli per scontati, a rischiare di dimenticarli. Quando mi chiedono che libri porterei su un’isola deserta, penso immediatamente a Harry Potter, Stevenson, Conrad. Poi respiro, sorrido e mi chiedo, «E Amado?». Poi cerco di giustificarmi: O porto Harry... Continue Reading →

Figure bizantine di Charles Diehl

Un fantasma si aggira per l’Europa ed è quello di Bisanzio: questo fantasma a me sta particolarmente simpatico. Fin da ragazzo ho subito il fascino per quel lungo e straordinario millennio, ho amato leggere l’Alexiade di Anna Comnena nella traduzione francese di Belles Lettres e anche oggi nella maturità della mia quarta decade trovo che... Continue Reading →

Il Moby Dick di Fatica; luci e ombre

Moby Dick: un lutulento, putre, piaccicoso attruppamento di parole Sull’onda della nuova traduzione del Signore degli Anelli, incuriosita dalle critiche a Ottavio Fatica, sono andata a cercarmi la sua versione di un altro libro che ho molto amato, Moby Dick. Un’edizione che, uscita nel 2015 per Einaudi, suscitò un polverone, per quanto non paragonabile a... Continue Reading →

Bianco di Bret Easton Ellis

Partiamo da un presupposto: Bret Easton Ellis è un genio. Lo dico a scanso di equivoci, così da rendere noto il mio amore per questo pungente scrittore, che ama mettere sale e limone sulle ferite aperte di questa nostra società occidentale che gaudente - senza motivo di esserlo! - sta andando verso il treno che... Continue Reading →

#5libri sull’amicizia

L'amica geniale della Ferrante è in tv con la stagione seconda, tratta dal volume Storia del nuovo cognome, allora ci siamo chiesti: ma quali altri libri sull'amicizia ci vengono in mente? Questi sono #5libri a cui ho pensato io, ora attendiamo i vostri. L'amico ritrovato di Fred Uhlman Il libriccino di un centinaio di pagine,... Continue Reading →

#5autori gialli più un libro per Lorenzo (parte 4)

Dopo Zaidenoll, Polimena e P@P, anche io provo ad irretire Lorenzo con le mie scrittrici gialle preferite. Ho sempre adorato i gialli sin da ragazzina, e sono stati indispensabili in tutti i miei viaggi, per far volare le ore. In anni più recenti ho sviluppato una passione per le gialliste donne. Spietatissime, impudiche, sfacciate! Le... Continue Reading →

1793 di Niklas Natt Och Dag

«Omnia mutantur, nihil inherit» Ovidio    «L'alba è appena sorta sul quartiere di Södermalm. Il buio della notte aleggia ancora nell'aria, il sole non si è ancora levato sulla penisola di Sickla e sulla baia di Danviken». È sempre brumosa l'atmosfera che si respira in questo romanzo. Il primo ad entrare in scena è lo... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑