Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

#5libri di fantascienza che probabilmente non conoscete

Dato che ormai ho l’immeritata fama di “quello che legge fantascienza”, approfitterò di questa occasione per consigliarvi #5libri che fanno parte di quell’immensa galassia di testi dedicati alla fantasia sul … Continua a leggere

11/04/2016 · 8 commenti

L’alba della Quarta Era

Sono passati anni, ma alla fine la sorpresa è arrivata! Questo romanzo postumo di Tolkien rischia davvero di diventare il classico delle nuove generazioni. Sarà perché un inedito del maestro … Continua a leggere

01/04/2016 · 3 commenti

American Tabloid

Il mio primo Ellroy, leggermente diverso da quello che mi aspettavo, ma non per questo meno bello. Per apprezzarlo pienamente non basta una semplice infarinatura di quanto successe nell’era Kennediana, … Continua a leggere

12/11/2015 · 3 commenti

La cattedrale del mare

Potevano intitolarlo “vorrei (essere i Pilastri della Terra) ma non posso”: un romanzo storico alla Follett senza la capacità narrativa e descrittiva di Follett… cosa rimane? Una storiella in cui … Continua a leggere

09/11/2015 · 2 commenti

Lui è tornato

Non un romanzo epocale, ma di sicuro irriverente e coraggioso con una buona dose di ironia, spesso a grana grossa, ma in un modo che funziona molto bene. Siamo intorno … Continua a leggere

02/11/2015 · 2 commenti

22/11/’63

“Quando il tempo è passato, non riesci più a riacchiapparlo. Solo che a volte ci riesci.” L’hanno già recensito in migliaia e non posso che accodarmi a chi ritiene sia … Continua a leggere

01/10/2015 · 12 commenti

Il tempo che vorrei

Sorprendente prova d’autore per un personaggio che avevo sempre sottovalutato: prosa robusta, evocativa e con quel pizzico di nostalgia anni ’80 che non guasta mai, una decisa sterzata pulp a … Continua a leggere

01/04/2015 · 5 commenti

Sottomissione di Michel Houellebecq: davvero è un romanzo?

Davvero può definirsi romanzo? Mi sembra più un racconto mediamente lungo. L’analisi sociale è abbozzata ma sottolinea alcuni elementi interessanti, la visione dell’autore è più che evidente, ma descritta in … Continua a leggere

12/02/2015 · 4 commenti

Le nostre foto

Quattro saggi inediti, scritti da Virginia Woolf tra il 1919 e il 1939, in cui l’autrice si interroga sul ruolo della recensione che “a differenza del critico letterario, non ha niente da dire allo scrittore; è al lettore che si rivolge”. . . Leggere, recensire di Virginia Woolf, @marcosymarcos . . Letto da Speranza . . #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm  #virginiawoolf
"Mi commuovono i lettori e basta, quelli che hanno ancora il coraggio di leggere il Dizionario filosofico di Voltaire, che è una delle opere più piacevoli e moderne che conosco. Mi commuovono i giovani di ferro che leggono Cortázar e Parra, così come li ho letti io e come intendo continuare a leggerli. Mi commuovono i giovani che dormono con un libro sotto la testa. Un libro è il miglior cuscino che esista." Dall'ultima intervista pubblicata nel luglio del 2003 dall’edizione messicana di «Playboy» a Roberto Bolaño . . #robertobolaño #2666 @adelphiedizioni . . Letto da @maga_ri_domani . . #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm
Alzarsi presto la mattina e approfittare del silenzio per finire gli ultimi capitoli del libro di Tara Westover, L'educazione, Feltrinelli traduzione di Silvia Rota Sperti. L'autrice racconta la sua storia e il suo percorso verso "L'educazione", la sua trasformazione e presa di coscienza che l'ha portata da uno sperduto paese dell'Idaho e da una famiglia mormona tradizionalista - che non crede nella scuola, nella sanità e nello Stato - a conseguire un dottorato in Storia a Cambridge. Un'educazione che l'è costata molto in termini di affetti familiari, portandola a rompere con gran parte dei componenti della sua grande famiglia. . . #tarawestover #leducazione @lafeltrinelli . . letto da @polimena @lafeltrinelli . . #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm
Halldór Laxness, premio Nobel per la letteratura nel 1955, riposa qui, in un piccolo cimitero sulla collina, poco lontano da casa sua, ora trasformata in museo. Da qui si domina la valle, lungo la quale scorre uno dei tanti torrenti che portano la neve al mare; con cieli che virano di colore dal blu intenso di una giornata di vento, a tutti i toni del grigio quando piove. Senza contare le infinite sfumature del verde che accolgono il viaggiatore, che pare non saziarsi mai di questo spettacolo. L'Islanda è un paese che incanta, estremo, le cui comunità hanno vissuto spesso isolate per la durezza del clima e la mancanza di mezzi per il proprio sviluppo. Laxness racconta tutto questo, nei suoi libri. Se volete conoscere e capire un po' questo paese leggete Gente indipendente. Un capolavoro. . . Halldór Laxness, pubblicato da @iperborea . . @agata.e.la.tempesta è andata a trovarlo per noi . . #parladellarussia #libri #leggere #instabooks #igersbook #bookaddict #libridaleggere #bookwarm #halldórlaxness #laxness #iceland #islanda #genteindipendente #graves

I nostri cinguettii

Annunci