Doppio vetro di Halldóra Thoroddsen

Dal doppio vetro della sua casa in Lindargata, una vedova trascorre i suoi giorni solitari. Ha trovato un suo equilibrio, dopo la morte del marito, in una serie di azioni che le danno stabilità e tranquillità. Dalla finestra a nord appare l'Esja, una montagna ponderosa, una "salda zavorra" che le ricorda la musica di Bach.... Continue Reading →

Annunci

Tumbas

Rovereto, 15 giugno 2016 Caro Cees, quando Igiaba Scego pubblicò su L'Internazionale quell'articolo che un po' ci riguardava e in cui diceva che il miglior libro letto nel 2015 era Tumbas, dovetti correre a comprarmelo. Così, il giorno di Natale, me lo trovai sotto l'albero di Natale. Che emozione! Che sorpresa! Fatto sta che iniziai subito a leggerlo. Una... Continue Reading →

Addio a Lars Gustafsson

Se n'è andato Lars Gustafsson. Uno scrittore unico nella sua visione della vita, nella sua poetica nella sua scrittura scarna eppur profonda. Negli ultimi tempi ne sono mancati tanti. Abbiamo riflettuto, noi russi, se scrivere qualcosa su Eco, ma non ci siamo sentiti all'altezza e a caldo eravamo tutti troppo commossi. E' scomparso Imre Kertesz... Continue Reading →

Gli Amanti di Bisanzio

 Avete presente l'espressione: triste come una tragedia greca? ecco, questo libro è una tragedia greca in piena regola. Tranne la mancanza dell'unità dello spazio e del tempo, per il resto abbiamo tutto quello che serve per l'inevitabile apocalisse.  La storia universale si intreccia con quella personale del protagonista , Johannes Angelos, che incontra nelle prime pagine la... Continue Reading →

L’Imperatore di Portugallia

La Svezia di Selma Lagerlof non è reale, è un Paese onirico, fuori dal tempo, perso nello spazio. E questo vale anche per "L'imperatore di Portugallia". Romanzo intimista e ricercato, dove il filo conduttore è l'amore perché, citando l'autrice "chi non sente il cuore nel dolore o nella gioia di certo non può essere considerato... Continue Reading →

Gente Indipendente

Arriva un momento nella vita di un lettore, in cui si pensa di aver letto le pietre miliari della letteratura e non per presunzione, ma perché scava, scava nulla riesce più a stupire davvero, poche sono le cose che regalano l'afflato universale della grande Letteratura. Questa era la sensazione che mi accompagnava da un po'.... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑