Quel che si vede da qui di Mariana Leky

«Potevamo riservare qualsiasi trattamento all'amore. Potevamo nasconderlo più o meno bene, potevamo trascinarcelo dietro, potevamo sollevarlo, portarcelo in tutti i Paesi del mondo, comprimerlo in mazzi di fiori, relegarlo sottoterra, spedirlo in cielo. Paziente e flessibile com'era, l'amore si prestava a tutto questo, ma trasformarlo non era proprio possibile». Chiudi il libro e senti che... Continue Reading →

Annunci

Vento del sud di Elmar Grin

Mi fa sempre piacere guardare i luoghi dove la vegetazione ha vinto la pietra con la sua forza e la sua pazienza, perché io stesso so come sia arduo per la vita affermarsi sulla pietra.   I girasoli non crescono nel campo di Einari. Dopo venticinque anni di lavoro chiede al suo padrone, Herra Kurkimiaki, un... Continue Reading →

Doppio vetro di Halldóra Thoroddsen

Dal doppio vetro della sua casa in Lindargata, una vedova trascorre i suoi giorni solitari. Ha trovato un suo equilibrio, dopo la morte del marito, in una serie di azioni che le danno stabilità e tranquillità. Dalla finestra a nord appare l'Esja, una montagna ponderosa, una "salda zavorra" che le ricorda la musica di Bach.... Continue Reading →

Il censimento dei radical chic di Giacomo Papi

"Perché le emozioni sono facili, elementari. Se impari i trucchi, le puoi governare, mentre i pensieri rimangono liberi, vanno dove dicono loro e complicano le cose".   Giovanni Prospero, ospite di un talk show, commette un grave errore, cita Spinoza. Poche ore dopo verrà barbaramente ucciso sul pianerottolo di casa. Si apre così il libro... Continue Reading →

Larchfield di Polly Clark

C'è un prezzo da pagare quando ci si nasconde dalla verità. Si può amare, ma non si può mai essere amati. Si può descrivere la libertà, ma non si può mai essere liberi.   Polly Clark, poetessa, è nata nel 1968 a Toronto e vive in Scozia. Ha pubblicato varie raccolte di poesie per le... Continue Reading →

Vincoli

Mio padre non me l'ha mai raccontata, la storia di zia Edith. Sì, la chiamavo zia, anche se, in realtà, non eravamo parenti. Ma le parentele, nella vita, spesso si scelgono. E io volevo essere sua nipote. Ho trascorso così tante belle ore nella casa di zia Edith e zio Lyman. Con zio Lyman ho... Continue Reading →

L’unica storia

Ognuno di noi ha la sua storia d’amore. Tutti quanti. Magari è stata un fiasco, magari si è consumata poco per volta, magari non è nemmeno riuscita a partire, o magari è successa solo nella nostra testa, il che non la rende meno reale. Anzi, a volte è proprio il contrario. A volte capita di... Continue Reading →

Altri #5libri per l’estate suggeriti da noi

In questo secondo appuntamento con i libri suggeriti da noi è capitato, assolutamente per caso, di trovare #5libri che sono anche romanzi di formazione, un genere perfetto per trascorrere l'estate. Qui invece trovate i primi cinque consigli.   Quello che non ti ho mai detto, Celeste NG Rischio di diventare ripetitiva ma la NG (si... Continue Reading →

L’arte della fuga

Le storie, semplicemente, cominciano. Raramente si sa dove, e quasi mai perché. Non ha nessuna importanza. Non c'è più di niente di sicuro, ormai. Mi limiterò a chiudere gli occhi, puntare il dito a caso e dire - così, tanto per provare - che una volta, quando avevo sedici anni, ho passato una notte intera... Continue Reading →

Siamo tutte ragazze madri

Un giorno mi perdonerò. Del male che mi sono fatta. Del male che mi sono fatta fare. E mi stringerò così forte, da non lasciarmi più. Emily Dickinson   Con la cura che la contraddistingue, Saveria Chemotti inizia così il suo ultimo romanzo. Con Siamo tutte ragazze madri Saveria Chemotti completa la trilogia iniziata con il... Continue Reading →

Una donna

"Questa non è una biografia, né un romanzo, naturalmente, forse qualcosa tra la letteratura, la sociologia e la storia. Era necessario che mia madre, nata tra i dominati di un ambiente dal quale è voluta uscire, diventasse storia perché mi sentissi meno sola e fasulla nel mondo dominante delle parole e delle idee in cui,... Continue Reading →

#5libri per bibliomani

Siori e siore, venghino! Non lasciatevi scappare la Sagra del lettore! Partiamo proprio da lui, il lettore. Il Vocabolario Treccani lo definisce: s. m. [dal lat. lector -oris, der. di legĕre «leggere», part. pass. lectus]. – 1. (f. -trice) a. Chi legge, chi attende alla lettura o a una specifica lettura (spec. quando si voglia indicare l’impegno, l’attenzione, la disposizione d’animo di chi legge,... Continue Reading →

#5libri sul “nemico”

Il deserto dei tartari (1940), Dino Buzzati Giovanni Drogo è un personaggio indimenticabile. Il nemico, qui,  veste i panni del tempo che scorre e della solitudine umana. Giovanni attende un nemico per anni, sperando che arrivi alla Fortezza Bastiani e si compia ciò per cui lui si trova lì come ufficiale. E, soprattutto, che la... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑