#5autori gialli più un libro per Lorenzo (parte 6)

Caro Lorenzo il genere giallo non è stato il primo amore della mia vita.

Tutto ebbe inizio da Salgari e London ma in realtà la vera malattia letteraria si manifestò con i peggio mattonazzi della letteratura russa, francese e italiana. Successivamente mi sono dedicata per un bel po’ di tempo agli scrittori dell’America Latina, poi la fantascienza, il fantasy e finalmente solo dopo aver letto abbastanza da farmi riempire tutti gli scaffali disponibili (con una parentesi morbosa hemingwayana) approdai ai gialli. Ora posso confessare che la passione si è trasformata in “malattia”, tant’è che tra il 2018 e il 2019 ho letto solo quelli.

Risultato immagini per agatha christie

L’amore ebbe inizio con una scrittrice culto del genere: Agatha Christie. Una donna fantastica dotata di intelligenza e umorismo. Una vera avventuriera capace di rimettere tutto in discussione per seguire le proprie passioni. I suoi gialli famosissimi per me rimangono un caposaldo del genere. Se deciderai di approcciarti a questa categoria non potrai esimerti dal tuffarvi almeno una volta nelle favolose ambientazioni Medio Orientali o nell’accattivante provincia inglese con la vivace Miss Marple. Tra l’altro credo che sia doveroso accostarsi alla narrativa gialla partendo proprio da lei e dal suo primo romanzo (Poirot a Styles Court, del 1920)

Risultato immagini per Marion Chesney

Per rimanere in tema campagna inglese e vivacità non posso non nominarti la compianta e prolifera Marion Chesney, scomparsa recentemente, che con lo pseudonimo di M. C. Beaton ci ha regalato la bellezza di 29 libri dedicati all’investigatrice privata Agatha Raisin. Un’evoluzione moderna della provinciale Miss Marple, giovane pensionata che non vuole arrendersi al tempo che passa e nemmeno alla vita di campagna. Le avventure di Agatha sono un piacevolissimo diversivo da utilizzare in caso di necessità per alleggerire i pensieri. Il primo libro della serie è Agatha Raisin e la quiche letale. Le atmosfere english countryside sono le mie preferite, forse perché anche io nel mio profondo vorrei essere l’anziana bisbetica a caccia di assassini.

Risultato immagini per ariana franklin

Ma rimaniamo ancora qui in Inghilterra, voglio presentarti una scrittrice che in pochi conoscono. Diana Norman è stata giornalista e scrittrice di romanzi storici fino a quando nel 2006 decise di lanciarsi in una nuova avventura con lo pseudonimo di Ariana Franklin. I suoi gialli storici hanno come protagonista, Vesuvia Adelia Rachele Ortese Aguilar, medico dei morti (anatomopatologa) della scuola medica di Salerno. Grazie a lei ho scoperto che questa grande istituzione medica del medioevo non precludeva nel suo statuto l’accesso alle donne. Tra le Mulieres Salernitanae più famose Trotula de Ruggiero, Mercuriade e Costanza Calenda.

Tornando ad Adelia la prima avventura che la riguarda è La Signora dell’Arte della Morte (edito da Piemme). Convocata a Cambridge direttamente da Enrico II dal Regno di Sicilia, Adelia dovrà indagare sulla morte misteriosa e violenta di quattro bambini.

Risultato immagini per Alicia Giménez Bartlett

Ora mettiamoci in viaggio e torniamo sulla terraferma nella meravigliosa Barcellona. Qui dal 1996 l’ispettore Petra Delicado investiga con meticolosità e fermezza per risolvere delitti all’apparenza inspiegabili. Alicia Giménez-Bartlett è una delle mie confort zone preferite. La seguivo già da un po’ quando per puro caso la ritrovai al Letterature Festival Internazionale di Roma e mi innamorai definitivamente di lei. Tra l’altro anche gli altri suoi romanzi di natura non poliziesca sono meritevoli di nota ( Exit, Una stanza tutta per gli altri… tutti editi da Sellerio).

L’ispettore Petra Delicado è una donna forte, con la corteccia dura e spessa. Ma come tutti i carapaci nasconde una parte più molle ed indifesa. Non so perché ma ho sempre avuto l’impressione di conoscerla da sempre, forse mi ricorda qualche figura femminile incontrata nel corso della mia vita o forse mi rispecchio un po’ in lei (o magari mi piacerebbe). E poi l’ambientazione nella solare Barcellona mi predispone di buonumore solo al pensiero di tapas y vino.

Risultato immagini per andrea camilleri

Direi che è giunto il momento di tornare in Italia, in quel luogo caldo, imperscrutabile e magico come la Sicilia. Lo so che consigliare la lettura di Camilleri oggi potrebbe apparire come qualcosa di scontato o perfino banale. Ma io ho iniziato a leggere Camilleri in tempi non sospetti. Sono letteralmente cresciuta con il commissario Montalbano quasi a farlo diventare un mio parente prossimo. Gli ho voluto bene tanto, soprattutto all’inizio, poi siamo diventati due mondi diversi e faticavo a comprendere certe sue evoluzioni. Però non l’ho mai abbandonato e non per tigna ma perché la scrittura di Camilleri vale sempre la pena.

Quindi compra un vassoio di cannoli siciliani, una bottiglia di passito di Pantelleria conza la tavola ed immergiti nella lettura.

 Ma ora veniamo al bonus che ho tenuto in serbo gelosamente. La pista di ghiaccio di Roberto Bolaño. Chi mi conosce lo sa, sa che nell’Olimpo dei miei Dei c’è lui (e pochissimi altri). Bolaño non è stato propriamente un giallista. E’ stato un poeta. Un poeta del mistero della vita, dei legami umani, della fragilità.

In questo romanzo tre voci alternano il racconto che gira attorno alla morte misteriosa di una campionessa di pattinaggio. Detta così sembrerebbe il solito gialletto da edicola. Scritto e raccontato con le parole di Bolaño è invece qualcosa d’intenso con pesonalità multilivello che giocano con la suspence del lettore e la sua emotività.

Oltre ad essere un libro meravglioso potrebbe essere l’ideale per avvicinarti ai gialli in modo diverso, toccandoli di striscio con la punta delle dita per capire se la consistenza è quella che fa per te.

Buona lettura Lorenzo.

Silvia D.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: