Mozia – Fenici in Sicilia di Gaia Servadio

Mozia - Fenici in Sicilia - Gaia ServadioQuesto popolo misterioso!

Avviso ai naviganti: questo non è un libro per archeologi o esperti di storia antica. Troverete solo informazioni che già sapete, per contro, in tutta probabilità, vi verrà voglia di rileggere l’Eneide, che male non fa.

Un giorno chiesi a un amico archeologo di illuminarmi sui fenici e la sua unica risposta fu “ah i fenici, questo popolo misterioso”: leggendo il libro di Gaia Servadio ho capito cosa intendeva il mio amico.

La storia dei Fenici è strettamente connessa con quella della nostra penisola e della nostra cultura. Ma chi erano questi Fenici? Gaia Servadio nel suo bel libro ne tratteggia la storia mettendola in relazione a quella della colonia punica di Mozia, inserendovi ricordi personali e un po’ di storia dell’archeologia del XX secolo.

Fenici o punici?

Era la prima domanda che avevo in mente: vi dico subito che entrambi i termini fanno riferimento al medesimo popolo. Tra di loro si chiamavano cananei, ma i due termini con cui noi li identifichiamo derivano dal greco φοίνικες (phoinikes) da cui fenici e per tramite del latino peonus divennero punici. Il termine greco φοίνικες potrebbe essere tradotto con i rossi o i purpurei per la loro abilità nel tingere i tessuti nel color porpora.

Didone e Virgilio

Didone, che tanta parte ha nel mito virgiliano della fondazione di Roma, era una principessa fenicia fuggita da Tiro per fondare una nuova città portando con sé parte della popolazione ostile a suo fratello all’epoca al potere a Tiro.

Mercanti e angeli cherubini

La Servadio chiarisce subito un punto essenziale mostrandoceli per ciò che erano: mercanti, con un forte senso pratico, una certa ritrosia a rappresentare le loro divinità e una spiccata passione per i sacrifici umani, soprattutto per quelli dei bambini, leggendo il libro scoprirete anche che da questi sacrifici deriva anche l’aspetto che oggi diamo ai cherubini.

Un popolo bellicoso quando si trattava di difendere i propri interessi e le città da essi fondate. Si espansero a tal punto da diventare la superpotenza del Mediterraneo fino allo scontro con Roma in piena ascesa.

Una notte a Ibiza

Come ben sappiamo i fenici fondarono colonie in tutto il Mediterraneo: la Spagna (Cadice), le Baleari (Ibiza, sì la festaiola Ibiza è di origine fenicia), la Sardegna, la Corsica, la Sicilia (Mozia e Marsala) e il Nord Africa (Cartagine) e a loro dobbiamo, per tramite dei greci una delle più grandi invenzioni della storia, ovvero l’alfabeto. Senza i fenici non avremmo a nostra disposizione quell’alfabetico fonetico che poi fu ripreso dai greci, successivamente dagli etruschi e che i latini fecero loro permettendomi di scrivere questa recensione utilizzando questi caratteri anziché i cuneiformi oppure i geroglifici.

Da questo libro non aspettatevi un saggio, né un manuale, è però uno spunto molto utile per fare un salto di qualità e riscoprire, ma sarebbe meglio dire scoprire, questo popolo così misterioso che la letteratura e la storiografia romana ci hanno descritto come il peggiore al mondo, perché alla fine è da quell’unico punto di vista che ancora oggi noi guardiamo a questo straordinario popolo  a cui dobbiamo molto e che in qualche modo è ancora dentro di noi.

Rileggerlo per scrivere questa recensione mi ha fatto venire voglia di andare in Sicilia, di visitare la protagonista di questo libro, la splendida Mozia. Buona lettura!

 

Titolo: Mozia – Fenici in Sicilia
Autrice: Gaia Servadio
Editore: Feltrinelli (2018)
Lunghezza stampa: 279 pagine

Una risposta a "Mozia – Fenici in Sicilia di Gaia Servadio"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: