Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Sorella mio unico amore

Famiglia media americana nel New Jersey. Moglie, marito, due figli (ovviamente un maschio e una femmina), villetta con vialetto.

“Allenamento e preghiera, preghiera e allineamento” è il mantra di Betsey Rampike, la madre che, giovane promessa del pattinaggio artistico, ha visto la sua potenziale carriera svanire a causa di un infortunio. La donna cerca senza successo di far appassionare allo sport il primogenito Skyler, timido e spaventato, salvo scoprire casualmente che la piccola di casa ha un dono naturale per il pattinaggio. A quattro anni Edna Louise, ribattezzata “Bliss” per motivi di mero marketing materno, diventa così un’attrazione a livello locale per poi iniziare a partecipare a concorsi sempre più importanti.

La storia è raccontata da Skyler, che, nel momento stesso in cui la sorella minore arriva al successo, diventa trasparente.

Lei è quello che vorrei essere io. Se Dio avesse amato me.

Skyler scrive a dieci anni dai fatti, anni di inferno in cui gli vengono continuamente diagnosticati disturbi di tipo psichico (una serie di sigle in stile tipicamnete US) per cui viene curato con tutta una serie di medicinali, mentre la piccola miete successi truccata e vestita come una bambola, posta al centro dell’attenzione e della curiosità dei media, diventando l’idolo di una sottocultura dominante e lo strumento che appagherà il desiderio di affermazione sociale della madre, precedentemente snobbata dai vicini altolocati.

“è come se fosse Natale tutti i giorni” disse mamma a Skyler, con quel suo sorriso sbalordito, una mano sul cuore. “…Sento che i vicini ci amano, mi viene da piangere”.

Il padre Bix, sempre assente per lavoro, ha il ruolo fondamentale di portare a casa i soldi e fare carriera.

“Le spalle larghe, il viso dai lineamenti marcati, il tipico ragazzone americano, dal sorriso facile, dalla grande suscettibilità, che si toglie il pane di bocca per te, che ti assesta un pugno allo stomaco se gli insulti i figli , la moglie, la bandiera, il suo superiore, il suo Dio”.

Il racconto di uno Skyler ormai diciannovenne oscilla tra la prima e la terza persona, riportando ricordi forse alterati dai farmaci, con una tecnica di scrittura che si rifà al postmodernismo, in un turbinio di flashback e flashforward, inframmezzato da capitoli costituiti anche solo da una frase e infarcito di note a piè di pagina che riproducono l’esistenza del ragazzo nel momento in cui a nove anni si rende conto di essere “una nota a piè di pagina” nella vita degli amatissimi genitori.

Ispirato da un orribile caso di omicidio avvenuto nel 1997 e tuttora irrisolto, “Sorella mio unico amore” ripercorre molto fedelmente il contesto reale in cui si svolsero i fatti nel 1997 a dispetto del “disclaimer” dell’autrice, che finisce per trovare una sua verità. Un libro disturbante che mette in scena la sessualizzazione dell’infanzia e un desiderio di affermazione sociale che non arretra davanti a nulla, nemmeno alla vita e alla serenità dei propri figli.

Titolo: Sorella mio unico amore
Autrice: Joyce Carol Oates
Editore: Mondadori
Pag.: 667
Prezzo: € 22,00

Annunci

Un commento su “Sorella mio unico amore

  1. polimena
    05/07/2017

    un libro che non lascia indifferenti

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 05/07/2017 da in Amore a prima svista, Dieci piccoli Russi, Russi & Gialli.

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: