Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

#5libri sopra le 1000 pagine da leggere in vacanza

Zaide Noll un giorno ha esordito dicendo: “In Russia dobbiamo ribaltare il concetto di libro da ombrellone. In inverno leggiamo un po’ di tutto. In vacanza è proprio il momento giusto invece per leggere il mattone a lungo rimandato perché si ha tempo, testa e si è felici.”

Eccoci qui dunque, con una lista di 5 libri con un numero di pagine superiore alle 1000 che vi consigliamo per questa estate, sia che la passiate sotto l’ombrellone, nella baita alpina o sul divano in città.

0303

Il ragazzo giusto di Vikram Seth

“Il ragazzo giusto” è il libro che una volta ha fatto dire a Zaide che “la letteratura indiana è la nuova letteratura russa”. I motivi sono la complessità delle storie narrate, il legame strettissimo tra la storia narrata e i fatti storici contemporanei, il dipanarsi delle storie familiari lungo il filo più alto della storia universale: tutto ciò fa di questo libro un vero classico contemporaneo. A questo si aggiunge l’India, che perde il sapore per noi esotico per acquistare una dimensione reale, tridimensionale, storica, vera. E questo libro, essendo la storia del matrimonio di Lata, ha anche un delizioso tocco austeniano. Si tratta di un libro a più livelli di lettura, come spesso accade nei romanzi storici e questo a nostro avviso lo è. Il primo livello è da romanzo sentimentale, austeniano, appunto, con la storia della scelta matrimoniale di Lata. Il secondo livello è sociale: ovvero la condizione della donna dell’India post-Partition ( il libro è ambientato negli anni ’50 tra Calcutta e il nord del Subcontinente). Il terzo livello è storico: Seth ricostruisce in maniera magistrale il clima politico dell’India Indipendente con al centro l’annosa questione religiosa tra Indù e Musulmani. Il romanzo, presenta proprio questa dicotomia come insanabile almeno in quel contesto storico e le evoluzioni degli ultimi tempi ci dicono che suddette divisioni sono tutt’altro che superate. Il libro ha uno stile che rasenta la perfezione. Il linguaggio è adattato ai diversi contesti e se i ragionamenti di Lata sono quelli di una ragazza del suo tempo, il racconto degli atti parlamentari di uno stato immaginario sulla divisione delle terre restituiscono la consapevolezza storica e la preparazione dell’autore in materia. Insomma, imperdibile davvero.

 

Il mulino del Po di Riccardo Bacchelli

La nostra zarina Tatiana Larina lo ha definito Elevato, profondo e intenso. Anzi, Tatiana lo renderebbe obbligatorio nei programmi scolastici di letteratura italiana o di storia. Qui trovate il suo convincente post del 2014. Forza, è arrivato il momento giusto per leggerlo.

 

Il signore degli Anelli di John R.R. Tolkien

Zaide consiglia questo libro per molte ragioni. Una delle quali è quella di innamorarsi del protagonista Aragorn (interpretato da Viggo Mortersen nel film): “Il principe decaduto, che ha vagato nella Terre di Mezzo per anni, per mantenere le fila della lotta contro il male. Il principe uomo che e’ stato cresciuto dagli Elfi, l’uomo del destino, coraggioso e saggio e umile.” La Terra di Mezzo è la dimensione fantastica per eccellenza, dove si sono persi e si perderanno milioni di lettori, da sempre. Dopo il libro guardate la trilogia di Peter Jackson, se non lo avete ancora fatto.

Guerra e Pace di Lev Tolstoj

Per noi russi è il libro imprescindibile. Qualcuno l’ha letto da adolescente, qualcuno di noi più recentemente (qui il post di Tatiana Larina del 2016). Ma se questo libro manca alle vostre letture è giunto il momento per affrontarlo. Dopo aver conosciuto Pierre Bezuchov, il principe Andrej Bolkonskij e la piccola Natalia Rostova ve ne innamorerete a tal punto da non poterne più farne a meno. Dopo aver letto il libro, potete anche guardarvi la serie tv della BBC trasmessa su Laeffe nel 2016.

 

Il conte di Montecristo di Alexandre Dumas

Per la nostra p@p è il libro del cuore. Ecco le sue parole dal post #5libri da servire freddiUna storia avvincente che fa impallidire qualsiasi serie TV per avventure, colpi di scena, cambi di ambientazione, passioni e doppiezza. Leggetelo o rileggetelo se, come me, avete letto tanti anni fa una vecchia edizione non integrale. Capolavoro.“. Onlybrunette lo cita invece fra i #5libri che  mi hanno fatta innamorare e che hanno influenzato, nel bene e nel male la sua vita: “La vendetta pura nelle mani di un uomo da sogno. Il tutto magistralmente scritto e de – scritto“.

 

Nel caso davvero improbabile che tra questi cinque non ci sia nulla di vostro gusto, qui su PdR, sopra le 1000 abbiamo suggerito tra i classici è da considerare Il Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes, avrà anche compiuto 400 anni ma è un libro maestro di vita. Tra i contemporanei: Underworld di Don Delillo, un capolavoro da Nobel, senza dubbio sull’America più spietata,  Una vita come tante   e La scuola cattolica

 

 

Annunci

Informazioni su polimena

Sconvolta dal fatto che nell'interpretazione della canzone dei Tre cowboy dello zecchino le toccasse sempre la parte del Pacioccone, decise di rifugiarsi negli Harmony. Ne lesse talmente tanti da farne indigestione e da non sopportare più l'aroma zuccheroso e scontato. Onnivora con poche eccezioni legge per puro diletto, senza alcun filo logico se non l'ispirazione del momento o il consiglio di pochi fidati amici di letture.

13 commenti su “#5libri sopra le 1000 pagine da leggere in vacanza

  1. stravagaria
    03/07/2017

    Giustissimo! E infatti proprio in vacanza c’è il tempo e la continuità per leggere romanzi corposi che in altri periodi risulterebbero troppo frammentati. In una vacanza al mare seguendo questa logica lessi “Delitto e castigo” ma in epoca ante reader i mallopponi non erano comodi tra portare a spasso e pesavano come mattoni veri nelle valigie. Ora non ci sono più scuse! E tra parentesi, per “Il signore degli anelli” è sempre il momento giusto, “Il conte di Montecristo” è un romanzo di evasione in tutti i sensi, avvincente e scorrevolissimo; anche sotto l’ombrellone è tutt’altro che impegnativo.

    Liked by 2 people

  2. ariafelice
    03/07/2017

    Confesso di non avere mai letto il Mulino del Po, e date le mie origini emiliane è davvero una colpa… Che sia l’estate giusta ? Anche il Conte di Montecristo è una grave mancanza, So many books and so little time…

    Liked by 2 people

    • polimena
      03/07/2017

      io mi sono segnata per l’estate Il ragazzo giusto, chissà se sarà la volta buona!

      Mi piace

  3. Agata (e la tempesta)
    03/07/2017

    Non ho letto nessuno di questi… non mi bannate 😀

    Liked by 3 people

  4. polimena
    03/07/2017

    L’ha ribloggato su trecugggine.

    Mi piace

  5. cazzeggiodatiffany
    03/07/2017

    Andata per il ragazzo giusto! e poi guerra e pace.. beh, quello è in progetto da tempo. Ribaltiamo l’idea del libro da ombrellone 🙂

    Liked by 1 persona

  6. Pingback: Proust sotto l’ombrellone? | Parla della Russia

  7. Ricordo un’estate bellissima in compagnia di Pierre Bezochov. L’estate successiva, il coniuge cercò di trascinarmi nel castello d’If ma ottenne solo un biglietto del treno Parigi – Boulogne-sur Mer.
    Insomma, ho ancora parecchie cose da leggere sopra le 1000…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 03/07/2017 da in #1000+, #5libri.

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: