Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Neve, cane, piede

cop_neve_cane1Proseguono le ricerche di Adelmo Farandola, scomparso dalla sua casa da giorni. A dare l’allarme è stato il signor Mutolo, che aveva avvicinato l’anziano in autunno invitandolo a scendere a valle. Il signor Farandola non aveva accolto l’invito, dicendo che aveva tutto ciò di cui aveva bisogno.
Persona conosciuta dagli abitanti della valle soprattutto per il suo carattere schivo e per il suo modo di vivere lontano da tutto e da tutti. Un “eremita del nostro tempo” lo ha definito la signora Maria, la proprietaria del negozio di alimentari del borgo. “Veniva poco, faceva grosse scorte alimentari”, continua la signora, “l’ultima volta l’ho visto alla fine dell’inverno, era rimasto senza scorte, lo accompagnava un cane che prima non avevo mai visto”. “Sembrava confuso” dice “vaneggiava su un piede, un uomo, non ho capito bene di cosa parlasse e l’ho invitato a rivolgersi ai carabinieri”. Sembra però che non si sia mai rivolto alla stazione dei carabinieri.
Dopo le abbondanti nevicate dell’ultimo mese è stata raggiunta la baita in cui viveva, trovandola abbandonata. Chi l’ha vista la descrive non come una casa, piuttosto come un rudere maleodorante, buio e sporco. Sembra che Adelmo Farandola non lasciasse avvicinare nessuno, non gradiva la presenza delle persone. Se l’immaginario collettivo pensa alla montagna come luogo di purezza e vicinanza con l’ascesi, si deve ricredere arrivando alla baita Farandola.
Nonostante questo, Adelmo Farnadola è uno di noi. È quella parte che reclama di vivere – e morire – nel modo che ritiene più opportuno, quella che si oppone al conformismo, agli agi di cui siamo schiavi, alle buone maniere. È quella parte selvaggia, quella che fin da bambini abbiamo dovuto addomesticare.
Un animo indomito, questo montanaro.
Le ricerche proseguiranno, anche se – ne sono quasi certa – Adelmo Farandola è lì che ci guarda.

 

Titolo: Neve, cane, piede
Autore: Claudio Morandini
Editore: Exòrma
Pag.: 138
Prezzo: € 13,00

 

rcr2017bannerCon questa lettura partecipo alla ReadingChallengeRussa #RCR2017 per la categoria #librodistagione

 

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su Agata (e la tempesta)

Prende il nome dal suo film preferito dove Agata è una libraia che incontra, tra gli scaffali, l'uomo della sua vita. Sarà che non è libraia, ma lei ancora non gli è sbattuta contro. Nel frattempo fa l'im-piegata - per sopravvivenza - e partecipa ad ogni corso le sbarri la strada, purché non faccia venire il fiatone. Così, da ex pianista, ex corista, passa per la calligrafia, la legatoria, il teatro, il clavicembalo. E, in tutti gli spazi possibili, vi infila i libri, con una netta predilezione per i classici. E tanti libri per bambini, che suo figlio - molto allegramente - snobba. Però la ama e la sostiene nel suo diventare adulta.

5 commenti su “Neve, cane, piede

  1. cazzeggiodatiffany
    11/02/2017

    A volte penso che sia un peccato dover addomesticare per forza la nostra anima selvaggia. Solo a volte però.

    Liked by 1 persona

    • Agata (e la tempesta)
      11/02/2017

      Un residuo di selvaggio rimane in noi. E a volte serve per sopravvivere a delle situazioni complicate.

      Liked by 1 persona

  2. Agata (e la tempesta)
    11/02/2017

    L’ha ribloggato su LibriPensierie ha commentato:

    Vincitore del premio di lettori Moduslegendi, Neve, cane, piede di Claudio Morandini.

    Mi piace

  3. Aldo
    11/06/2017

    Grazie per avermelo imposto!

    Liked by 1 persona

    • Agata (e la tempesta)
      11/06/2017

      Superagata alla riscossa 😂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11/02/2017 da in #LetterArie, #RCR2017, Letteratura italiana, Ora in libreria.

Seguimi su Twitter

Ultimi commenti

Agata (e la tempesta… su Georgia
ariafelice su Georgia
burekeater su Il sole dei morenti
Cristina Diaxasso Se… su Il ritorno. Padri, figli e la…
Agata (e la tempesta… su Georgia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: