Musica Rock da Vittula

Lapponia svedese, anni settanta. Nel piccolo sobborgo della cittadina di Pajala, “Vittulajänkkä, che tradotto vorrebbe dire la Palude della Passera” si incontrano due ragazzini: il taciturno Niila e Matti.

Si studiano a distanza poi infilano un dito nel naso, ne tirano fuori una caccola e se la mangiano. Quello è il segnale: diventeranno amici.

Così fra scazzottate e guerre nei boschi, assurdi riti funebri, saune e gare di forza bruta, Niila e Matti passeranno gli anni della loro gioventù, fino alla scoperta più clamorosa: la musica rock.  La rivelazione avviene attraverso l’ascolto  di un 45 giri dei Beatles e grazie a una vecchia registrazione di Elvis Presley.

Il passo successivo non può che essere la formazione di una scalcinata band, che avrà qualche risultato anche grazie all’incoraggiamento di Grenger,  un incredibile professor di svedese proveniente dalla Scania, regione a sud della Svezia. Per un ragazzo Lappone, uno svedese del sud è un personaggio esotico: nella Scania ci sono usignoli, cipressi e persino querce, i ragazzi vanno a funghi e festeggiano la festa dei gamberetti

Col tempo capimmo che la nostra regione in realtà non faceva parte della Svezia. In un certo senso, vi eravamo stati inclusi per caso. Un’appendice settentrionale, un terreno paludoso e deserto dove viveva della gente che riusciva solo in parte a essere svedese. Eravamo diversi, un tantino inferiori, un tantino incolti, un tantino poveri di spirito. Non avevamo caprioli, né porcospini, né usignoli. Non avevamo celebrità. Non avevamo montagne russe, né semafori, né castelli e manieri. Avevamo solo un’infinita quantità di zanzare, di imprecazioni finlandesi e di comunisti.

 

Niila e Matti vivono nel Norrland, una regione ostile, scarsamente abitata, con inverni lunghi e bui, alto tasso di disoccupazione e tanti sussidi statali. Gli abitanti sono bilingui, parlano lo svedese con accento finlandese e il finlandese con accento svedese. In tanti sognano di andarsene ma quelli che restano bevono e diventano violenti. In un ambiente un tantino rustico, come è prevedibile, l’accoglienza della band nella scuola non è delle migliori, suonare è considerato troppo poco maschile per i rudi abitanti di Pajala.

Cantare non era roba da uomini. Knapsu

Le prove di virilità che dovranno superare i due amici per potersi esibire in pubblico senza paura di essere additati come  Knapsu saranno molteplici, con risultati davvero esilaranti. Io ho iniziato a ridere dal prologo e ho continuato a divertirmi pagina dopo pagina.

Niemi è riuscito a raccontare una storia ironica e molto divertente, con scene spassose, altre incredibili e pervase da vicende oniriche vicine alla mitologia lappone.
Un romanzo di formazione che consiglio fortemente per tutti quelli che pensano alla Scandinavia solo come luogo tecnologico e super efficiente. Questa Lapponia mi ha ricordato certe zone sperdute d’Italia.

Prima di partire per il mio viaggio estivo in Scandinavia mi sono rifornita di libri norvegesi e svedesi, quasi tutti gialli.

parla-della-russia-e1452511392410Musica rock per Vittula però è originale e unico nel suo genere per cui lo eleggo a mio #viaggialibro per la #readingchallenge2016

 

 

 

 

Titolo: Musica rock da Vittula
Autore: Mikael Niemi
Traduzione: K. De Marco
Editore: Iperborea
Pag.: 264
Prezzo: € 13,00

Pubblicità

4 risposte a "Musica Rock da Vittula"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: