Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Ci rivediamo lassù

Ci rivediamo lassùTi do appuntamento in cielo dove spero che Dio ci riunirà. Ci rivediamo lassù, mia diletta moglie…”

Ultime parole scritte da Jean Blanchard il 4 dicembre 1914, fucilato per abbandono di posto e riabilitato il 29 gennaio 1921.

Novembre 1918, fronte delle Somme, ultimi mesi di guerra. Il tenente d’Aulnay-Pradelle “bello, alto, elegante, con folti capelli ondulati di un bruno intenso, naso dritto, labbra sottili mirabilmente disegnate e gli occhi di un azzurro scuro”, nobile decaduto, aspira a fare carriera. Sa che ha poco tempo per dimostrare il proprio valore. Così decide di mandare i suoi soldati al massacro per conquistare la trincea del nemico. Tra questi Albert, umile e insicuro impiegato, sfortunato nella vita, quasi vile – a detta della madre – ed Éduard, un ragazzo ricco, eccentrico, intelligente e con notevoli doti artistiche.

L’attacco a quota 113 li farà incrociare e segnerà indelebilmente il loro destino. Ma questo è solo l’inizio.

Ambientato in una Parigi del dopoguerra, con questo romanzo Lemaitre crea una caleidoscopica galleria di personaggi e ci regala un affresco dell’epoca che ti cattura. Ci si affeziona ad Albert ed Éduard tanto che si sta in apprensione per la loro sorte fino all’ultima pagina.

Gli ingredienti, guerra, vittoria, celebrazioni, povertà, ricchezza, desiderio di vendetta, paura, cinismo, suspance, sono miscelati così sapientemente da non risultare mai eccessivi o falsi.

Uno dei fatti descritti è realmente successo, come spiega l’autore alla fine del romanzo. Non voglio aggiungere altro, non leggete nemmeno la sinossi. Aprite il romanzo e lasciatevi conquistare.

Consigliato come miglior libro letto nel 2015.

Titolo: Ci rivediamo lassù, premio Goncourt 2013
Autore: Pierre Lemaitre
Editore: Mondadori
Pag.: 454
Prezzo: € 17,50 cartaceo, € 6,99 ebook

Advertisements

Informazioni su Agata (e la tempesta)

Prende il nome dal suo film preferito dove Agata è una libraia che incontra, tra gli scaffali, l'uomo della sua vita. Sarà che non è libraia, ma lei ancora non gli è sbattuta contro. Nel frattempo fa l'im-piegata - per sopravvivenza - e partecipa ad ogni corso le sbarri la strada, purché non faccia venire il fiatone. Così, da ex pianista, ex corista, passa per la calligrafia, la legatoria, il teatro, il clavicembalo. E, in tutti gli spazi possibili, vi infila i libri, con una netta predilezione per i classici. E tanti libri per bambini, che suo figlio - molto allegramente - snobba. Però la ama e la sostiene nel suo diventare adulta.

8 commenti su “Ci rivediamo lassù

  1. Agata (e la tempesta)
    02/12/2015

    L’ha ribloggato su LibriPensieri.

    Mi piace

  2. polimena
    02/12/2015

    Siiiiiii! !! Me lo leggo subito.

    Mi piace

    • Agata (e la tempesta)
      02/12/2015

      Ti piacerà sicuramente!

      Mi piace

  3. Pingback: Ci (ri)mettiamo la faccia: i migliori libri letti nel 2015 | Parla della Russia

  4. Silvia
    14/01/2016

    Non conoscevo Pierre Lemaitre ed è stata la prima volta che seguivo i consigli di qualcuno che non conoscevo (che però citava Harper Lee, Truman Capote e Charlotte Bronte, anche per me una splendida scoperta del 2015): il suggerimento è stato più che apprezzato! Oltre ad una storia avvincente e ad un approfondimento quasi casuale e invece puntuale e acuto dei tanti personaggi (compresi i minori o quelli presenti solo nei ricordi dei protagonisti), la forza del romanzo sta nella grande scrittura, nella scelta dei termini e nell’uso dei tempi verbali. Dal racconto al passato, il lettore viene di colpo immerso nel presente e la partecipazione alle sorti dei due giovani è totale. Non necessariamente per lettori forti perché, al di là delle oltre 400 pagine, la storia cattura tutti.

    Liked by 1 persona

    • Agata (e la tempesta)
      14/01/2016

      Sono contenta che ti sia fidata e

      Mi piace

  5. Agata (e la tempesta)
    14/01/2016

    Che ti sia piaciuto 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 02/12/2015 da in Amore a prima svista, Dieci piccoli Russi con tag , .

Seguimi su Twitter

Ultimi commenti

ariafelice su #5libri resistenti
maria san su #5libri resistenti
Agata (e la tempesta… su Gli anni
Agata (e la tempesta… su #5libri resistenti
polimena su #5libri resistenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: