Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

L’uomo seme

Saule-Mort, 19 giugno 1919

Ho deciso di raccontare quel che è successo dopo l’inverno del 1852 perché, per la seconda volta in meno di settant’anni, il nostro villaggio ha perso tutti i suoi uomini. L’ultimo è morto il giorno dell’Armistizio, l’11 novembre scorso.

Inizia così l’introduzione a questo breve romanzo-racconto. Violette Ailhaud, nata nel 1835 e morta nel 1925, racconta la storia del suo villaggio, Saule-Mort, frazione del paese di Poil nelle Alpes-de-Haute-Provence.

uomo-semeE’ il 1852. Luigi Napoleone Bonaparte (Napoleone III), con un colpo di stato pone fine alla Seconda Repubblica e si autoproclama imperatore. Chi si oppone è deportato, incarcerato, ucciso.

Tutti gli uomini del villaggio di Violette saranno deportati. Martin,  il fidanzato di Violette, baciato il 20 dicembre 1851 per la festa del solstizio d’inverno, sarà ucciso per aver tentato di opporsi all’arresto.

Per due anni queste donne se la caveranno da sole nell’accudire i figli, nei lavori dei campi. Dopo tanta attesa qualcuna perde la speranza e appende l’abito da sposa ad uno spaventapasseri. La madre del futuro marito farà altrettanto con l’abito dello sposo, così che i due spaventapasseri siano visibili…

…da allora, il nostro paese di donne vive sotto lo sguardo di questa coppia che non è mai stata, le cui sagome immobili volgono la schiena alla vallata. E’ il nostro segnale per dire che qui c’è la vita.

Il tempo passa e le ragazze del paese si chiedono se ci sono ancora uomini. E se sì, cosa faranno il  giorno in cui ne arriverà uno?

Avevamo previsto tutto per l’arrivo di un uomo. Il primo obiettivo sarebbe stato il suo seme, poi le sue braccia, infine la sua presenza. Il suo amore, mai. Neanche in segreto avevo considerato quella eventualità e le mie compagne nemmeno. Eravamo troppo protese verso quel bisogno primario, quel richiamo di vita che ci arriva dall’alba dell’umanità e addirittura dal mondo animale: la riproduzione.

Un piccolo libro, ma importante. Ci ricorda che ogni guerra ha portato via non solo le generazioni che hanno combattuto, ma anche quelle che sarebbero arrivate dall’unione delle persone. Un messaggio di speranza, affidato da Violette Ailhaud ad un notaio, il quale non poteva aprire la busta che conteneva questa testimonianza fino all’estate del 1952 (cento anni dopo i fatti). Dopo l’apertura il manoscritto doveva essere affidato alla maggiore delle sue discendenti femmina, in un’età compresa tra i quindici e i trent’anni. Yvelyne, ventiquattro anni, si è così ritrovata in possesso di questo testo.

Titolo: L’uomo seme
Autrice: Violette Ailhaud
Editore: Fandango Playground
Pag.: 56
Euro: 7,00

Annunci

Informazioni su Agata (e la tempesta)

Prende il nome dal suo film preferito dove Agata è una libraia che incontra, tra gli scaffali, l'uomo della sua vita. Sarà che non è libraia, ma lei ancora non gli è sbattuta contro. Nel frattempo fa l'im-piegata - per sopravvivenza - e partecipa ad ogni corso le sbarri la strada, purché non faccia venire il fiatone. Così, da ex pianista, ex corista, passa per la calligrafia, la legatoria, il teatro, il clavicembalo. E, in tutti gli spazi possibili, vi infila i libri, con una netta predilezione per i classici. E tanti libri per bambini, che suo figlio - molto allegramente - snobba. Però la ama e la sostiene nel suo diventare adulta.

5 commenti su “L’uomo seme

  1. polimena
    31/03/2015

    Ne avevo letto una recensione tempo fa su Bookblister e mi aveva colpito. Non pensavo si trattasse di una storia vera.

    Liked by 1 persona

  2. Agata (e la tempesta)
    31/03/2015

    E’ una breve storia vera. Ha riscosso anche parecchio successo quando è uscita, un anno fa. Ed è scritta molto bene.

    Mi piace

  3. speranza
    31/03/2015

    molto interessante. lo aggiungo ai, sempre più numerosi, libri che devo leggere.

    Liked by 1 persona

  4. Nico
    01/04/2015

    voglio leggerlo!

    Liked by 1 persona

  5. Pingback: Chirù | Parla della Russia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31/03/2015 da in Amore a prima svista con tag .

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: