Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

La residenza di campagna inglese come macchina narrativa perfetta, di Gianni.

LibriPensieri

l43-chequers-david-cameron-120326192041_bigFra i libri condivisi nella nostra biblioteca c’è il libro di Ishiguro “Quel che resta del giorno”. Dov’era ambientato? Seguendo il blog “Parladellarussia” ormai gemellato via Agata col nostro ho avuto l’occasione di leggere i gialli che vedono protagonista la piccola detective De Luce. L’autore della serie è australiano, inglese quanto Ishiguro, eppure ambienta il romanzetto lì, in una residenza di campagna inglese. Provate a passare in rassegna le residenze inglesi della vostra biblioteca (anche mentale). Io direi Agatha Christie, Elizabeth von Armin, Whoudehause, Hardy, Lawrence, Forster, Fielding, Austen, Eliot, Doyle, Huxley e sono un lettore medio qualsiasi, e voi? Il sospetto che ce ne siano molte altre leggibili in giro mi sembra fondato, vuoi che non ci sia una residenza di campagna in Maugham, Spark? forse anche Wells, Dickens, Kipling, Conrad escluderei ma non si mai.

Cosa fa della residenza di campagna inglese una macchina narrativa così perfetta che…

View original post 409 altre parole

Annunci

Informazioni su Agata (e la tempesta)

Prende il nome dal suo film preferito dove Agata è una libraia che incontra, tra gli scaffali, l'uomo della sua vita. Sarà che non è libraia, ma lei ancora non gli è sbattuta contro. Nel frattempo fa l'im-piegata - per sopravvivenza - e partecipa ad ogni corso le sbarri la strada, purché non faccia venire il fiatone. Così, da ex pianista, ex corista, passa per la calligrafia, la legatoria, il teatro, il clavicembalo. E, in tutti gli spazi possibili, vi infila i libri, con una netta predilezione per i classici. E tanti libri per bambini, che suo figlio - molto allegramente - snobba. Però la ama e la sostiene nel suo diventare adulta.

5 commenti su “La residenza di campagna inglese come macchina narrativa perfetta, di Gianni.

  1. zaidenoll
    14/01/2015

    Gianni sei un genio!

    Liked by 1 persona

  2. speranza
    14/01/2015

    interessante.grazie

    Mi piace

  3. Tatiana Larina
    17/01/2015

    Gianni, quando deciderai di unirti definitivamente a noi sarà comunque tardi. Complimenti articolo davvero intelligente

    Liked by 1 persona

  4. Pingback: The Dead in their Vaulted Arches | Parla della Russia

  5. Pingback: Longbourn House | Parla della Russia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13/01/2015 da in Varie.

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: