I diabolici

Alla fine degli anni Settanta, Mondadori tentò un’operazione interessante: pubblicare gialli da cui erano stati tratti film famosi, inserendo alla fine del testo immagini tratte dal film e commenti  che raccordavano le due forme di racconto. Credo che ne siano stati pubblicati solo dodici. La collana “Giallo-cinema” univa due mondi a cui ero particolarmente legata:... Continue Reading →

Annunci

L’olimpo di Putin

C'è un quartiere, nella periferia di Mosca, dove la normale atmosfera "moscovita" lascia il passo alle auto di lusso, alle ville circondate da muraglie di sei metri e da alti funzionari governativi che sfrecciano all'interno di Mercedes nere con la loro scorta. Questa zona si chiama Rublëvka. Ed è proprio da questo quartiere che l'autore... Continue Reading →

L’ombra del collezionista

Purtroppo sono molto delusa da quest'ultima avventura di Lincoln Rhyme. Difficile ammetterlo, ma il tempo che ho impiegato a finire il libro la dice tutta. Ai tempi d'oro, un bel Jeffery Deaver lo bruciavo in due giorni due! Questo invece non decolla mai, ha un ritmo narrativo spezzato e contorto, con i personaggi che finiscono... Continue Reading →

Wonder – R.J. Palacio

TRECUGINE

wonder Wonder

Wonder è la storia di August, un ragazzino di 11 anni affetto da Sindrome di Treacher-Collins, una rara malattia che detrupa i lineamenti del viso ma che lascia intatte le facoltà intellettive. August è intelligente, ironico e spiritoso e per la prima volta si trova a frequentare una scuola, visto che finora la madre gli ha fatto da insegnante. Ma affrontare una nuova scuola non è certo facile, se al tuo passaggio i ragazzini sgranano gli occhi e se nessuno ti tocca per paura di venire contagiato.

Non è difficile credere che il giorno preferito da August sia Halloween, l’unico giorno in cui ognuno se ne può andare in giro con una maschera sul viso e passare inosservato.

Ecco la recensione, bellissima, di Francesca Magni sul suo blog: “storia di un ragazzino mostruoso e dell’effetto che fa

Non sarei riuscita a raccontare meglio l’effetto che…

View original post 109 altre parole

Morte di un uomo felice – Giorgio Fontana

TRECUGINE

Morte di un uomo felice Morte di un uomo felice

L’entusiasmo di aver letto un libro bellissimo è tale che non ho potuto esimermi dal condividerlo sul blog. Morte di un uomo felice è un libro che merita di essere letto, consigliato e regalato.

Queste sono alcune delle ragioni per cui l’ho amato. Non dubito che ognuno saprà trovare le proprie.

  1. E’ il libro più bello che abbia letto nel 2014 e uno dei migliori libri letti negli ultimi anni.
  2.  La storia narrata è avvincente. Due piani narrativi diversi si intersecano, un padre partigiano negli anni ’40 e un figlio magistrato negli anni ’80.
  3.  E’ un libro “morale”. E la morale espressa è profondamente condivisibile.
  4.  E’ un libro sul quale ho pianto, e mi succede raramente (mi è successo con Grossmann e con Verga).
  5.  L’ambientazione storica è interessante: i fatti narrati che hanno per protagonista il magistrato avvengono nel…

View original post 270 altre parole

Fatale

Fatale, pubblicato per la prima volta nel 1977, è un romanzo strettamente noir in cui i riferimenti politici espliciti paiono assenti, eppure il progetto della protagonista, la bella Aimèe Joouber, è in qualche modo un progetto politico. Ambientato nella tranquilla cittadina di Blèville, “l’antieroina" riesce in breve tempo a farsi accettare dalla società borghese e... Continue Reading →

Libera la mente

  «La felicità è felicità e basta, tutto qui. Va e viene. La tristezza non è che tristezza. Tutto qui. Va e viene. Se riesci ad abbandonare il desiderio di vivere sempre cose piacevoli, allora otterrai una mente tranquilla». Credo che tutti noi abbiamo sperimentato un periodo di stress tale che, anche a letto, i... Continue Reading →

Il baco da seta, Cormoran Strike #2

La Rowling ...non è brava, è BRAVISSIMA! Dopo un inizio che ho trovato decisamente pesante e che qualche mese fa mi aveva indotto ad abbandonare la versione inglese del libro, ho deciso di dare un'altra possibilità al baco e non me ne sono pentita. La parte iniziale, in cui si espone il contenuto del sedicente... Continue Reading →

La Melodia di Vienna

Questo libro mi ha riportata alla grande letteratura mitteleuropea, ai romanzi di un tempo, i classici dai quali ho iniziato a leggere e dei quali non mi stancherei mai. Romanzo storico e come molti del genere, saga famigliare, ripercorre circa 50 anni della storia d'Austria dal 1890 al 1940. E' il crepuscolo dell'impero austro-ungarico; la... Continue Reading →

Una storia di amore e di tenebra

  Mi sono resa conto che da troppo tempo non scrivevo una recensione di un libro “serio” e la cosa mi ha fatto male, così ho tirato giù questa recensione molto emozionale e forse poco analitica. Ma la lettura, per me che sono un’istintiva, è fatta di sentimenti, l’esegetica la lascio fare ai professionisti del... Continue Reading →

The Burgess Boys

Grande Elizabeth Strout. Per la seconda volta la leggo e la leggo in originale. E confermo la mia opinione: è una grande scrittrice. Stile impeccabile, eleganza e sobrietà del linguaggio; le parole sono misurate e mai in eccesso o in difetto. Come già detto per Olive Kitteridge, la Strout è la scrittrice della borghesia del XXI... Continue Reading →

I segreti erotici dei grandi chef

Affrontare un libro di Welsh è come entrare in un tunnel allucinogeno dal quale è difficile uscire. I personaggi sono estremi, in un modo o in un altro, e la storia è permeata di situazioni al limite, quasi fastidiose. In questo romanzo "I segreti erotici dei grandi chef", Irvine Welsh non si discosta da questo... Continue Reading →

Una Trilogia Palestinese

Darwish, alzi la mano chi lo conosce... parecchi; alzi la mano chi lo ha letto... pochi; alzi la mano chi ha letto la trilogia... pochissimi, in Italia poi solo quest'estate è tornata in pubblicazione una delle opere fondamentali della letteratura araba contemporanea, scomparsa dagli scaffali delle librerie. Eppure si tratta di quello che è stato... Continue Reading →

L’evoluzione di Calpurnia

Mi piacciono i romanzi di formazione. Mi piacciono i ragazzini. Mi piacciono i LIBRI per ragazzini. Mi piacciono LE ragazzine un po' strane. Mi piacciono i nonni barbuti da Heidi in poi. Ma sopratutto mi piace l'evoluzione. (Del resto, di tutta questa lista, è l'unica che ho scelto "per lavoro" cioé 24h al giorno e 7... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑