Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Persuasion

downloadCara Lady Jane,

grazie!! i grazie che ti diciamo da duecento (dico 200) anni non sono sufficienti; e non lo saranno i grazie che verranno per i prossimi 200 anni.

Perché? perché:

1. non deludi mai, i tuoi romanzi saranno anche sugli stessi temi, ma diciamocelo, ci incollano alle pagine facendoci trattenere il respiro (talentuosa!!)

2. sei pulita: il linguaggio esprime anche temi scabrosi come se fossero giochi d’infanzia senza negare profondità (genio puro!!)

3. rassereni: tornare a leggere le tue pagine dà la certezza che tutto andrà bene, in qualche modo tutto si sistemerà, ognuno troverà il suo posto nel mondo e nel cuore di qualcun altro (anti-depressiva!!)

4. sei giusta: il bene trionfa, il male è sconfitto. Non temi nuvoloni sul futuro (ottimista!!)

5. sei femminista: pur negli schemi di un passato ormai remoto, le tue donne, le tue fanciulle sono determinate e riescono in quello che vogliono, lo conquistano, sbaragliano tutto e tutti (temeraria!!)

6. sei eroica: le tue eroine non sono nulla rispetto a te. Tu hai fatto della tua vita il capolavoro di una donna che è diventata scrittrice in un mondo di uomini (ispiratrice!!)

7. leggerti in inglese è pura gioia per la lingua, sei elegante, chiara, ma come fai a non essere arcaica? (innovativa!!)

… e l’elenco potrebbe essere ancora lungo, ma a differenza tua io sono limitata. Però, mi hai fatto tornare la voglia di leggere, godendo di ogni singola parola in un momento in cui nessun libro mi andava giù (rassicurante!!)

Cara Lady Jane, proveremo tutte a seguirti e a pensare che le donne ce la possano fare anche senza sporcarsi e abbassarsi a compromessi. Anche se una di noi ce la fa, te lo faremo sapere.

Adesso ti saluto, ma con la certezza di ritrovarti presto

Tua Tatiana Larina

Consigliato: c’è da aggiungere qualcosa? ah, sì la trama… ritorna il percorso sentimentale di due amanti divisi che si ritrovano e si ….. secondo voi come va a finire… Anna è comunque un personaggio da ricordare. E poi si legge bene in originale anche senza avere un livello eccellente di inglese

Sconsigliato: credete che possa esserci qualcuno a cui non sia adatto?

Autore: Jane Austen

Editore: qualunque edizione in lingua inglese va bene (in ebook sono in download gratuito)

 

Annunci

Informazioni su Tatiana Larina

russa per vocazione, dedica ogni minuto libero a leggere qualsiasi cosa le passi a vista da arabi, persiani e indiani a scandinavi e russi, dai diari di viaggio alle saghe familiari e fantasy con un debole dichiarato per l‘italiano puro. Non che disprezzi chick-lit, fantasy e gialli da strapazzo, ma per carità non propinatele spazzatura spacciata per capolavori. Mamma e ricercatrice, dopo un decennio o più a girare per trovar chi sa cosa, è arrivata alla conclusione che un libro come si deve ti porta più lontano del ‘Millennium Falcon’.

14 commenti su “Persuasion

  1. Agata (e la tempesta)
    06/09/2014

    mi piacerebbe provare a leggere in lingua originale… potrei cimentarmi con questo. Grazie Tatiana!

    Mi piace

  2. Agata (e la tempesta)
    06/09/2014

    L’ha ribloggato su LibriPensierie ha commentato:

    Tatiana Larina e i suoi consigli di lettura in lingua originale

    Mi piace

  3. Tatiana Larina
    08/09/2014

    e provaci!!! buttati!! il kindle aiuta e nella peggiore delle ipotesi passi alla traduzione italiana. Mi ricordo il primo libro in inglese… Oscaw Wilde Il Fastasma di Canterville… non credo di averci capito una sola frase….

    Mi piace

  4. speranza
    09/09/2014

    bellissima recensione.
    brava brava.

    mi viene voglia di rileggerla.
    grazie

    Mi piace

  5. Tatiana Larina
    09/09/2014

    Grazie a te!! è che mi sono sentita obbligata a soffermarmi sul tesoro di un classico

    Mi piace

  6. Leoni Gianni
    09/09/2014

    Squasi squasi m ‘imparo l’inglese anche me,e dopo ma solo dopo che me l’ho imparato polito leggo questo libro che parla di sesso senza fartelo capire.ciao il gianni working class

    Mi piace

    • Leoni Gianni
      15/11/2014

      Questa settimana,con l’aiuto di you tube,ho imparata la mia prima poesia in inglese.” The tiger “di W Blake.Se fossi il re d’Inghilterra cambierei per decreto la pronuncia di “Symmetry”facendola finire in “ai”per rimare.Devo magari cambiare anche la grafia?”i” al posto di “Y”?Facciamolo ,ne vale la pena.(Nel mio piccolo comunque potrei anticipare la riforma ,in attesa dei decreti attuativi,tanto ,fra i tanti altri suoni inusitati della mia pronunzia,che vuoi che sia…) E voi avete qualche aspetto della nostra lingua che volete riformare?Neologismi da coniare,pronunce da alterare,parole da cassare?Ricordo un romanzo di Comisso dove si sostituiva “ha” con “à” e “Ho” con “ò” con evidente economia d’inchiostro.Ancora adesso credo in Pirandello qualche”i” diventa “j”chissà perché.Scrivendo qs ultima scemenza mi sono ricordato di quell’utopista inglese che stimando essere il 500 il secolo d’oro per l’Inghilterra propugnava un drastico reazionarismo.Si trattava di isolare un quartiere di Londra introducendovi il taglio della mano per i ladri,l’uso del liuto,la peste,carrozze e portantine,l’astrologia come scienza etc espungendovi contemporaneamente il treno,l’elettricità,il codice civile etc.Estendendo poi quest’area all’intera città e all’intera isola la nascita di un Shakespeare sarebbe assicurata.Trovate qs matto in “La sinagoga degli iconoclasti”Rodolfo Wilkock adelphi

      Mi piace

      • Tatiana Larina
        16/11/2014

        Gianni, caro!! fai progressi in inglese … alla grandissima… già proponi riforme fonetiche!! molto bene! visto com’è semplice? Grazie per l’ennesimo originale consiglio di lettura!

        Mi piace

  7. zaidenoll
    12/09/2014

    Ahahahahah fossero tutti bravi come la zia Jane a parlare di sesso in questo modo!

    Mi piace

  8. Tatiana Larina
    20/09/2014

    chi coglierà l’eredità?

    Mi piace

  9. zaidenoll
    21/09/2014

    La Strout?

    Mi piace

  10. Tatiana Larina
    21/09/2014

    l’uso del linguaggio in effetti è simile…ma non riesco a capire dove va parare a metà di Burgess Boys

    Mi piace

  11. Leoni Gianni
    27/11/2014

    Segnalo che alle 19.30 circa su RAI SCUOLA canale 146 danno uno sceneggiato BBC sottotitolato tratto da “Pride and prejuice”della Austin.Prima alle 19.00 danno una serie contemporanea simpatica “Cavegirl”,anche se uno sa pochissimo d’inglese nota la differenza,nel lessico sopratutto.Quando elpyto recensì il libro di Cronin mi venne da ricordare lo sceneggiato “E le stelle stanno a guardare”L’Italia di allora letteralmente si fermava per gli sceneggiati”Il mulino del po” per esempio.Si diceva “L’hai vista la puntata?” oppure”Mi son perso la puntata”e non c’era bisogno di chiarire,si sapeva , un po’ come dopo le elezioni dalle mie parti si diceva”Chi ha vinzù””Ha vint la democrazia”E a me giovane fanatico comunista quell’ellissi mi dava un fastidio…Era un’Italia più omogenea perchè i canali erano pochi e tutti guardavamo più o meno le stesse cose,le stesse puntate.Sto leggendo “Americanha “in italiano e intanto arranco faticosamente sulla montagna del purgatorio della lingua inglese,non arriverò mai nel giardino dell’Eden da cui si domina tutto il paesaggio sottostante,distinguendo l’inglese nigeriano dall’inglese americano dall’inglese inglese ,800sco o di oggi ,shackesperiano o poetico.Insomma non pretendo capire mi basterebbe lontanamente intuire,vediamo.Per ora faccio spericolati accostamenti con il dialetto trentino “Finche” è più vicino a”finch” che a “Fringuello”,”Slip” a Slipegar” che a “Scivolare”.Che ci siano comuni radici germaniche?A proposito,avete sentito la Samantha Cristoforetti come parla inglese dallo spazio?Per un attimo,mi sento dentro tutto un rimescolamento di orgoglio e fierezza per la mia piccola heimat,dimentico gli ambagi della pronuncia albionica,e figgo lo sguardo nel purissimo azzurro.Ma è solo un attimo,poi passa,e torno a compitare…How are you feeling?Today i’m feeling sad.

    Mi piace

  12. Tatiana Larina
    27/11/2014

    Gianni, la Cristoforetti è un orgoglio, vero. E poi gli sceneggiati… hanno edotto davvero gli italiani, fatti benissimo con la sceneggiatura che riecheggiava lo scritto, tagliando solo pezzi. Mia mamma me ne parla, mia nonna sa chi è Cronin grazie a quelli… già ma perchè la BBC ci prova ancora e ci riesce benissimo, mentre noi proprio no ne vogliamo sapere? da brava bolscevica potrei adagiarmi sul motto dell’Italia berlosconiana, quella che in nome delle scollature da Drive In ha rinunciato alla sua essenza, ma io sono meno determinista, meno evenemenziale e più convinta che del percorso di dipendenza dal passato con quel tanto di incrementalismo che non guasta e giungo alla convinzione che lui è il frutto nostro, di una società che a un certo punto ha voluto il peggio per sé e nessun futuro per i propri figli e allora… mi guardo la BBC, gli show americani tratti da best-seller internazionali, ma scritti ancora come si deve e per il resto l’abiura russa resta non solo per la letteratura. Grazie, Gianni perché mi fai sempre allargare i miei confini

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 06/09/2014 da in #LetterArie, Tra un tè e un pasticcino, Un classico è per sempre con tag .

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: