Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

L’odore dell’India

image_book

PPP mon amour

L’india di Pasolini non ha nulla di analitico o di obiettivo. E’ un’India viscerale, convulsa, contratta, agonizzante, spumeggiante. Un India “primitiva”, come direbbero alcuni. E PPP non scrive, ma filma, le sue parole saltano fuori dalla pagina e ci investono in pieno.

La prosa, del grande PPP, del poeta PPP, è di una bellezza struggente, di una bellezza che fa invidiare quest’uomo per la sua capacità di scegliere le parole.

Devo dire che l’approccio più analitico, più storico, più razionale mi è mancato, e forse lo troverò nella controparte di questo libro, quello scritto da Moravia, dove, mi dicono, si analizzano di più questi aspetti.

Mi lascia anche un po’ di amaro in bocca la prospettiva molto “coloniale”, da colore locale, da successione di curiosità di viaggio, l’ignoranza pasoliniana su alcuni degli aspetti più banali ( possibile non sapesse che è impensabile mangiare con la sinistra?). Ma questa ingenuità, questa naiveté un po’ autentica un po’ forse studiata, costituiscono nello stesso tempo la forza del testo. Ed è così che me lo sono goduto.

“Le cose mi colpivano ancora con violenza inaudita: cariche di interrogativi, e, come dire, di potenza espressiva. I colori dei pepli delle donne, che lì erano perdutamente accesi, senza nessuna delicatezza, verdi che erano azzurri, azzurri che erano viola; l‘oro delle conchette per l’acqua, piccole e preziose come scrigni; i mucchi di folla vestita di stracci svolazzanti; i sorrisi nelle facce nere sotto i turbanti bianchi: tutto mi si riverberava nella cornea, imprimendosi con tale violenza da scalfirla. “


pasolini-lodoredellindia
Titolo: L’odore dell’India

Autore: Pier Paolo Pasolini
Editore: Guanda
Pagine: 128

Annunci

Informazioni su zaidenoll

Archeologa Preistorica, convinta evoluzionista, militante multiculturalista e lettrice ossessivo compulsiva: dall’etichetta dello sciampo all’ultimo numero di Nature. La sua #sfida2016: curarsi con i libri, che siano premi nobel o robetta terapeutica.

4 commenti su “L’odore dell’India

  1. Tatiana Larina
    12/08/2014

    ovviamente sono d’accordo, ma questo libro (letto forse 15 anni fa) è da prendere per la poesia che trasmette PPP, il solito PPP senzo del quale non possiamo proprio fare

    Mi piace

  2. zaidenoll
    12/08/2014

    Concordo in pieno. Lui è un poeta a tutto tondo e le sue percezioni sono da poeta, sempre.

    Mi piace

  3. Leoni Gianni
    26/08/2014

    Ricordo l’impressione che mi fece leggere le lettere luterane e gli scritti corsari,non era leggere un politologo o un sociologo ,ma una persona;lui.Il dato estetico,che so i primi capelli lunghi,visti a Praga ,diventavano subito un dato etico e politico;l’astratto diventava concreto e l’individuale universale,pur utilizzando le parolone di allora avvertivi che c’era la vita.Ma lì stava anche il limite,era una visione così personale\ passionale che rischiava spesso di prendere delle cantonate,piccole ,come nel caso dell’aborto,ma anche grosse,come secondo me un po’ tutta la sua impostazione anti moderna.Un’impressione così mi ha fatto leggere gli scritti di Simone Weill,e guarda caso anche lì,alcune sue idee (sulla libertà di stampa,sul modo per risolvere la questione operaia ad es)risultano bizzarre e strampalate.Commovente la copertina dei vecchi pocKet con la coccarda,una collana dove trovavi di tutto,dall’Orestiade nella versione di Leone Traverso che sta tutto squadernato (che i pocket si rompevano facilmente)nella mia bibliotechina,ai consigli di Bertrand Russel sulla vita sessuale ,ai romanzi di Parise e Mark TwAin,al libro di guerra su gli U boote.Bella rece Grazie.

    Mi piace

  4. zaidenoll
    28/08/2014

    Grazie a te per il bellissimo commento. Concordo in pieno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12/08/2014 da in Biografie bolsceviche, Indiacomerussia, Letteratura italiana, Viaggi e miraggi.

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: