Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Roderick Duddle

_roderick-duddle-1395198918Luogo: Inghilterra di fine ottocento.
Protagonista principale: Roderick, undicenne, padre sconosciuto e subito orfano di madre.
Cattivi: tanti, molti insospettabili.
Corruttibili: quasi tutti.
Avventura: molta.

Questi gli ingredienti dell’ultimo romanzo di Michele Mari, Roderick Duddle. Nato in una bettola, l’Oca Rossa, il cui proprietario si chiama Jones. Cacciato da lì quando muore la madre. E che tutti, poco dopo, inizieranno a cercare perché si rivela essere un bocconcino prelibato.

Innumerevoli i personaggi che via via entrano nella storia. E come Dickens, lo scrittore parla con il lettore, guidandolo nell’intreccio che si fa sempre più ricco e complicato. Mari usa un linguaggio pulito ma non per questo privo di ricercatezza. Usa qualche parola desueta che mi ha spinta a cercarne il significato sul dizionario (e per questo ringrazio di usare un ebook che vince la mia pigrizia – nella ricerca di una parola – con un paio di click nel dizionario incorporato).

…tu non scapperai, mio lettore, perché sei avido di sapere, e perché ti ho scelto fra tanti, e perché, appunto, sei mio.

Interessante la miriade di aggettivi con cui apostrofa il lettore. Integerrimo, bennato, onirico, vertiginoso, morboso, sonnacchioso, sgomento, oculato, sono solo alcuni di quelli che ho segnato, ma si colga l’esercizio di ricerca di linguaggio assolutamente non semplice per chi volesse cimentarsi.

Sembra quasi che la storia si sviluppi senza che l’autore possa fare nulla per fermarla, quasi che i personaggi decidessero di prendersi la scena da soli e che lui – Mari – non possa che lasciar scorrere la penna (mi si lasci questa romantica immagine dello scrittore, vista l’ambientazione del romanzo) e seguire la loro volontà.

Ma sapeva […] come le cose generino altre cose, i semi, i rami, gli uccelli, i girini, le uova, le nubi, era tutto confuso ma tutto eloquente, in una catena continua, l’acqua, la ruggine, il muschio, il ghiaccio, l’acqua, il vapore, il verme mangiato dalle formiche, e le persone nei quadri, vecchi, bambini, soldati, i cani ed i gatti, c’era una gran folla di esseri in relazione fra loro, nel mondo…

Nella storia fanno la comparsa un sacco di personaggi, molti dei quali fanno riferimento a famosi romanzi. Troviamo quindi

«Eh? Dici a me? Signore! Sarà meglio che mi chiami Pip, amico mio, è cosí che mi conoscono nei porti di mezzo mondo, il vecchio Pip! Eh se ne ho visti di porti…»

e Billy Bones, nome fasullo usato da un personaggio per non rivelare la propria identità, curiosa invenzione letteraria che vorrebbe che lo stesso personaggio conosca il romanzo di Stevenson, L’isola del tesoro, scritto nel 1883, periodo in cui probabilmente si svolge la storia di Roderick.

Altro personaggio interessante è Jones, il proprietario dell’Oca Rossa, locanda e postribolo, che pur dovendo essere un “cattivo” in alcuni casi suscita simpatia per come ce lo descrive l’autore.

A Jones venne voglia di piangere, cosa che in media gli capitava ogni sette anni. Si alzò lentamente come un condannato a morte, poi fece strada ad Havelock su per le scale.

«Ma che, ti sei impazzito che stai sempre a scrivere?», gli disse la Rossa passandogli accanto nello sventolio del suo scialle gitano. «Cosa ne vuoi sapere tu, dello scrivere!», replicò Jones con la prontezza di uno scorpione. «Lo scrivere» era per lui un’espressione di tale solennità da dover chiudere la bocca a chiunque, come chi dicesse, putacaso, tanatologia siderale.

E come nella migliore tradizione del romanzo d’avventura, Mari si diverte anche a disegnarci la cartina del luogo – inventato – ove si svolge la storia.

Mari-mappa-Roderick-Duddle-grande.jpe

Consigliato: a chi si voglia prendere una pausa da letture impegnative, a chi ricorda con nostalgia le lunghe estati di vacanza, fatte di caldo, sudore e polvere, ideali per isolarsi nelle storie di avventura, quando mamma chiamava ma si faceva finta di non aver sentito per non uscire dal bellissimo mondo magico in cui eravamo prigionieri.

Qui un’intervista all’autore pubblicata sul sito dell’Einaudi.

Titolo: Roderick Duddle
Autore: Michele Mari
Editore: Einaudi
Pag.: 496
Prezzo: 22,00 euro
ISBN 9788806215347

Annunci

Informazioni su Agata (e la tempesta)

Prende il nome dal suo film preferito dove Agata è una libraia che incontra, tra gli scaffali, l'uomo della sua vita. Sarà che non è libraia, ma lei ancora non gli è sbattuta contro. Nel frattempo fa l'im-piegata - per sopravvivenza - e partecipa ad ogni corso le sbarri la strada, purché non faccia venire il fiatone. Così, da ex pianista, ex corista, passa per la calligrafia, la legatoria, il teatro, il clavicembalo. E, in tutti gli spazi possibili, vi infila i libri, con una netta predilezione per i classici. E tanti libri per bambini, che suo figlio - molto allegramente - snobba. Però la ama e la sostiene nel suo diventare adulta.

4 commenti su “Roderick Duddle

  1. zaidenoll
    03/08/2014

    Lo voglio!

    Mi piace

  2. Pingback: Roderick Duddle | LibriPensieri

  3. Tatiana Larina
    11/08/2014

    Finalmente l’ho letta tutta, bella rece, Agata!!! ma tanto a me il libro è sembrato comunque insulso….. mi sa che devo ribattere con una contro rece….

    Mi piace

    • Agata (e la tempesta)
      11/08/2014

      Tatiana, il fatto è che sei troppo chic per un romanzo come questo :* !

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 03/08/2014 da in Amore a prima svista, Ora in libreria con tag , .

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: