Le navi dei vichinghi, Frans Gunnar Bengtsson

consigli di lettura da Tuttolibri, per gli amanti della letteratura scandinava

LibriPensieri

le_navi_dei_vichinghiRiporto qui il link all’introduzione al libro “Le navi dei Vichinghi” scritta da Chabon (Premio Pulitzer) apparso ieri su Tuttolibri de La Stampa.

In particolare, dice Chabon “Bengtsson ci descrive il mondo intorno all’anno 1000 visto attraverso lo sguardo di chi in quei giorni ne abitò i territori più settentrionali, offrendo una ricostruzione storiografica convincente e accurata, cogliendo con sorprendente acutezza le minuzie che compongono il mosaico delle umane vanità e mostrando l’instancabile verve di un consumato narratore; ma soprattutto – ed è la più notevole delle tante straordinarie qualità di questo libro – condendo le pagine di un intimo distacco, una vicinanza nella distanza, un’ironia sincera che sono al tempo stesso di antico e postmoderno. E’ proprio quel tono caustico, disincantato, da esperto conoscitore dell’umana follia, al contempo caritatevole e crudele, a dare unicità al romanzo; è proprio quello humour impassibile la peculiarità più apprezzata da colore che amano…

View original post 171 altre parole

I am Half-Sick of Shadows

Il primo di Flavia de Luce che leggo in lingua originale e devo dire che è scritto davvero bene. Non ci si può fare nulla: per capire se uno scrittore è davvero bravo bisogna leggerlo in lingua originale e devo dire che Alan Bradley è bravo. Ha una prosa sobria (molto british) e un elegante... Continue Reading →

Letteratura erotica per signore: ma perché dovremmo sentirci ridicole?

Ecco che si ripropone Christian Grey, dopo tutto il gran parlare all’uscita del trailer del film. Povero Jamie Dornan, che pena mi fai!

TRECUGINE

Ebbene sì, anche io ho peccato. Alla cieca, come al solito, ho preso l’e-book di Fifty shades of Grey, non avendo la più pallida idea dell’argomento di cui trattasse. Immaginavo una storia d’amore, ma niente di più. E invece, ho scoperto che avevo tra le mani una specie di libro spinto. Spinto nel senso che c’è un sacco di sesso, ma sesso un po’ estremo, deviato, kinky sex, come dicono in inglese. E che il libro è stato ovunque liquidato dai critici come spazzatura, e specificatamente definendo il suo genere come mommy porn (ah, gli inglesi e questa loro lingua concisa e implacabile!).

Ora, voglio subito chiarire, dopo aver letto tutti e tre i capitoli della saga, che non c’è nessun valore letterario “alto”; ma lo scarso valore non ha nulla a che fare con l’argomento. Si tratta piuttosto di quei libri popolari, che fanno leva su sentimenti poco sofisticati…

View original post 539 altre parole

Joseph Anton

Che sia chiaro: le mie annotazioni su Joseph Anton stropicciano abbondantemente tutto il nutrito tomo, ed in questa recensione rischio di propinarvi citazioni per l’ammontare di circa un decimo del volume. E questo è un fatto. Un altro fatto è che considero Salman Rushdie uno dei più grandi scrittori viventi, e probabilmente sono partita con... Continue Reading →

Cuba a modo mio. Antimemorie

Perplessa, davvero, su questo libro. Alfredo Bryce Echenique è acclamato come uno dei più grandi scrittori latino-americani in vita, ma la lettura di questo libro non mi ha convinta di cotanta fama. E’ vero che non dovrei giudicare da un solo libro e perdipiù di memorie, o antimemorie come Echenique tiene a sottolineare, ma la... Continue Reading →

Cento poesie d’amore a Ladyhawke

Michele Mari. L'ho scoperto così, leggendo questo piccolo libro di poesie. E mentre le leggevo, stranamente in fila (perché io, di solito, le leggo in ordine sparso) mi è sorta spontanea una domanda. Quella se le poesie raccontassero una storia vera, e se il protagonista di quell'amore fosse proprio l'autore. Perché le poesie non nascono... Continue Reading →

Nel regno della Fantasia

Uomini & Topi Circa un mese fa, ho ceduto alla tentazione ed ho acquistato il nostro primo Geronimo Stilton. Tra le persone che conosco, di persona o virtualmente, serpeggia uno scontento sbuffante e snob verso il topo sapientino e solo a nominarlo, molte mamme alzano gli occhi al cielo o sono prese da attacchi di... Continue Reading →

Chadzi-Murat

... e poi arriva la piccola casa editrice che pubblica un piccolo capolavoro della letteratura mondiale. Chadzi-Murat  è un romanzo breve di respiro storico e di eccezionale importanza. Tolstoj racconta la storia di uno dei protagonisti delle lotte di fine XIX sec. tra regime zarista e popoli del Caucaso. Le atrocità di una guerra infinita... Continue Reading →

Zitto e muori

Mi chiamo Julien Makambo. Nelle settimane immediatamente successive al mio arresto, e anche parecchio prima che mi beccassero, la mia faccia e il mio altro nome, José Montfort, sono stati ogni giorno in prima pagina su quasi tutti i quotidiani di Francia e Navarra. Nella lingua che parliamo nel Congo-Brazzaville, il lingala, Makambo significa “guai”.... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑