Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

L’Incantatrice di Firenze

Incantatrice_FirenzeQuesto libro attinge ad una lunga tradizione culturale basata sul racconto che ha radici ancestrali sia in oriente che in occidente. Rushdie con L’Incantatrice di Firenze ci dà un saggio della potenza delle parole, della suggestione del racconto che, attraversando spazio e tempo, giunge fino a noi con grande potenza espressiva.
Più che un grande libro, a mio avviso questo è un romanzo di finezza tecnica: l’autore usa la sua enorme capacità di narratore e lo fa sfoggiando cultura. Il rinascimento italiano, sia politico che culturale, è l’essenza di un racconto narrato al più grande imperatore Mogul.
La corte di Akbar è mostrata nella sua grandezza e nella quasi enorme ingenuità che dimostra nell’apertura all’ascolto e all’accettazione delle storie narrate da personaggi equivoci.
I protagonisti sono innumerevoli, come sia possibile è presto spiegato nella tradizione delle Mille e una Notte cui Rushdie attinge per metodo e tecnica.

Degli orientali io adoro il gusto per il racconto, l’arte della descrizione e della narrazione che si trova ancora intatto a Oriente e Rushdie ne da una prova d’arte con L’Incantatrice di Firenze.

Apri il libro, leggi 30 righe, e boom… sei nell’India Moghul dell’Imperatore Akbar che rivive tra realtà e magia e si lascia trasportare dalle parole di un avventuriero in una Firenze di fine ‘400 dove anche il prosaico e cinico Machiavelli diventa romantico e combattuto personaggio da romanzo. L’espediente narrativo è la ricerca di “Angelica” o Beatrice o Laura, la donna del mito, il mito che diventa donna e incarna l’amore, la quintessenza stessa della vita.

L’idea della figura femminile diventa più forte della donna stessa (e siamo in piena cultura prerinascimentale italiana, l’ho detto che Rushdie è colto!) di cui innamorarsi al solo ascoltare della sua bellezza. La donna diventa espressione della perfezione e incarnazione dell’ideale dell’assoluto (come in quadro preraffaellita di fine ‘800).

Incatenato dalle parole e dal gioco di luci e ombre, di racconto e storia, il lettore è sopraffatto e si lascia trascinare. La parola scritta acquista una potenza esclusiva: pare di avvertire il canto degli uccelli, la melodia dei suonatori di corte, i sussurri dell’harem, i clamori delle battaglie, lo scroscio del lago imperiale . Il naso odora la pelle di Angelica e delle sue diverse incarnazioni, gli unguenti dello Scheletro, il puzzo della carne carbonizzata nei roghi di piazza, il sudore del guerriero.
Realismo e magia si confondono e l’unica certezza che sembra risiedere nella parola.
La cosa che stupisce è quanto profonda sia la conosce di Rushdie sia dell’Occidente che dell’Oriente. Incantata dall’incantatore di Bombay. Chapeau!

Consigliato: anche le fiabe sono un modo per esorcizzare le paure, con loro i bambini imparano a guardarsi dentro

Sconsigliato: la parola prende il sopravvento e si fa sostanza. Se propendete al realismo, non è il caso

Autore: Salman Rushdie
Titolo originale: The Enchantress of Florence
Editore: Mondadori
Lunghezza stampa: 365pp
ISBN-10: 8804601299
ISBN-13: 978-8804601296
Prezzo di copertina: 13€

Annunci

Informazioni su Tatiana Larina

russa per vocazione, dedica ogni minuto libero a leggere qualsiasi cosa le passi a vista da arabi, persiani e indiani a scandinavi e russi, dai diari di viaggio alle saghe familiari e fantasy con un debole dichiarato per l‘italiano puro. Non che disprezzi chick-lit, fantasy e gialli da strapazzo, ma per carità non propinatele spazzatura spacciata per capolavori. Mamma e ricercatrice, dopo un decennio o più a girare per trovar chi sa cosa, è arrivata alla conclusione che un libro come si deve ti porta più lontano del ‘Millennium Falcon’.

4 commenti su “L’Incantatrice di Firenze

  1. zaidenoll
    20/05/2014

    Fantastica!

    Mi piace

  2. Tatiana Larina
    20/05/2014

    m’hai ispirato, amica!

    Mi piace

  3. Pingback: La ferocia | Parla della Russia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/05/2014 da in Indiacomerussia, Viaggi e miraggi con tag .

Seguimi su Twitter

Ultimi commenti

Agata (e la tempesta… su Georgia
ariafelice su Georgia
burekeater su Il sole dei morenti
Cristina Diaxasso Se… su Il ritorno. Padri, figli e la…
Agata (e la tempesta… su Georgia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: