Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Le Iene del Circeo

9788842092841

Pura immondizia

Volevo scrivere una recensione che chiarisse scientifcamente quanto quello che dice il suddetto AP sia falso. Ma poi, leggendo, ho capito perche’ colleghi ben piu illustri di me non si siano lasciati attrarre nella rissa. Perche’ rispondere a Pennacchi vorrebbe dire rispondere a Voyager, rispondere all’idraulico che ti chiede perche’ le Piramidi le hanno costruite i marziani, rispondere a quelli che mentre tu lavori sotto il sole si fermano e ti chiedono “Cercate l’oro”? Insomma non ne vale la pena. Purtroppo in Italia abbiamo definitivamente perduto la nozione di competenza, per cui ognuno dovrebbe fare il suo lavoro,quello che e’ BRAVO a fare. E se una velina puo’ fare la ministra, di cosa mi lamento io povera stolta? Quindi niente confutazione e tante condoglianze alla Laterza, che scrive bp (MINUSCOLO :O) esemplificandolo in BY PRESENT (amica mia Tulip non svenire!). …mi direte voi…e chi se la beve?Be, se siete talmente sciocchi da bervela, peggio per voi.

 

 

 

 

 

Antonio Pennacchi, “Le Iene del Circeo”, Laterza 2010

 

 

Annunci

Informazioni su zaidenoll

Archeologa Preistorica, convinta evoluzionista, militante multiculturalista e lettrice ossessivo compulsiva: dall’etichetta dello sciampo all’ultimo numero di Nature. La sua #sfida2016: curarsi con i libri, che siano premi nobel o robetta terapeutica.

9 commenti su “Le Iene del Circeo

  1. polimena
    03/04/2014

    oHHHH E DICIAMOLO!

    Mi piace

  2. zaidenoll
    03/04/2014

    SI! 🙂 L’ho detto 🙂

    Mi piace

  3. paleomiki
    03/04/2014

    Atroce

    Mi piace

  4. Tatiana Larina
    04/04/2014

    sottoscrivo in pieno anche se non ho letto il libro. Via gli incompetenti che oltre a togliere lustro e posto ai competenti, plagiano anche l’opinione pubblica dato la visibilità di cui godono grazie a posizioni che occupano senza merito.

    E l’ho detto anche io!!!

    Mi piace

  5. speranza
    05/04/2014

    che eleganza nella stroncatura.
    brava

    Mi piace

  6. Leoni Gianni
    29/10/2014

    Quando mesi fa ho letto qs rece ho pensato che Laterza era la casa ed di Benedetto Croce che la scienza non l’ha mai amata,insomma c’è un peccato originale,forse,da scontare.Ora ,per bilanciare,vorrei segnalare un bel libretto Laterza,di critica letteraria,che forse è più nelle corde della casa barese,”Romanzi pieni di vita”pochissime pagine ,di Tim Parks,uno scrittore inglese che da decenni vive a Verona.Di lui ho leggiucchiato la narrativa edita da Adelphi ma i primi libri che ricordo sono i suoi libri Bompiani”Italiani”e “Un’educazione italiana”in cui parla del nostro carattere nazionale un po’ come un’antropologo parlerebbe dei boscimani.I suoi più recenti libri Einaudi dedicati al calcio (che non ho letto ) hanno probabilmente lo stesso taglio.Poi ho letto un suo libro curioso e inclassificabile”Insegnaci la quiete” Mondadori che è la storia di una sua malattia,dei suoi tentativi di guarire prima con la medicina ufficiale ,poi con varie terapie alternative per approdare infine ad un ashram di un guru americano e alla meditazione .Detta così sembra una cazzata New age,ma il libro ti resta dentro anche se sei scettico sulle medicine alternative,nè leggeresti mai Riza,come il sottoscritto,e come era l’autore, prima del suo percorso.Ma veniamo a quest’ultimo libretto Laterza:l’assunto è che per comprendere un’opera letteraria bisogna conoscere la vita dell’autore,e che la sua recezione d ‘altra parte dipende dalla nostra di vita.Insomma il contrario di quello che pensava Proust e la scuola strutturalista che andava per la maggiore quando io ero giovane e che io non son mai riuscito a capire,per qs forse mi consolo con Tim Parks.Il saggio più bello é quello dedicato a Joyce ma poi Tim,ormai siamo amici ,tira in ballo Pavese, Hardy ,Lawrence,Moravia,Morante,sempre con la stessa metodologia suffragata da Bateson.Capisco che non ci avete capito niente ma insomma di più non riesco a dire e poi mia moglie vuole dormire e il compiuter gli da fastidio per cui CiaoGianni il postino

    Mi piace

  7. zaidenoll
    30/10/2014

    Grazie Gianni! ❤

    Mi piace

  8. Leoni Gianni
    01/11/2014

    Posso dare un’ultima pennellatina al mio quadretto che ho dovuto interrompere per la ristrettezza del mio atelier e le minacce di divorzio?Notate come il vecchio Tim è passato per mezze case ed italiane.Ho spesso constatato che i lettori,quelli che dedicano abbastanza tempo a qs hobby ,non i lettori occasionali e sporadici, ragionano spesso in termini di case editrici Addirittura come p@p nel suo ultimo post in termini di collane.Si potrebbe somministrare un questionario a tutti i Russi,al di qua e al di là degli Uràli,chiedendo quale sia il “loro” Adelphi,Einaudi,Sellerio etc preferito:ne verrebbero fuori altrettante Auto-mnemo-biblio-biografie sarmatiche.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 03/04/2014 da in Buttiamoli nel Volga.

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: