Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Cronache africane

Immagine

L’io narrante di questo romanzo è Mugezi, nato in un piccolo villaggio ugandese agli inizi degli anni Sessanta. Vessato dalla matrigna, una donna convertita al cattolicesimo e ignorato dal padre gode dei pochi momenti di libertà quando accompagna la zia, nella veste di assistente ostetrico, assistendo alle pratiche tradizionali delle nascite .

Il clima di controllo domestico gestito dai “dittatori”  si amplifica quando è costretto a frequentare il seminario, dove bianchi colonizzatori in abiti talari impediscono ogni forma di pensiero e movimento.

In parallelo la storia dell’Uganda, la difficoltà economica, il paese che diviene pasto per ong e organismi “caritatevoli” internazionali, la speranza nell’elezione di Amin e la trasformazione di quella che sembrava una democrazia in una dittatura feroce con l’annientamento di interi villaggi e, con essi, la tradizione che li costituiva.

Derubato ed offeso come la sua terra, Mugezi decide di percorrere la strada dell’emigrazione che rivelerà, ancora una volta, sfruttamento e segregazione, la difficoltà di emergere un paese che rimane solo apparentemente liberale, la vita sospesa perennemente in un clima di nostalgia.

Isegawa si rivela un raffinato indagatore dell’animo umano e un attento osservatore dei meccanismi che muovono le vicende storiche del paese africano.

Moses Isegawa
Cronache africane
Frassinelli Editore, 618 pagine, 11.50 euro

Advertisements

Un commento su “Cronache africane

  1. zaidenoll
    23/03/2014

    MI sa che è da non perdere!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23/03/2014 da in Da leggere in Transiberiana, Un classico è per sempre con tag , , .

Seguimi su Twitter

Ultimi commenti

ariafelice su #5libri resistenti
maria san su #5libri resistenti
Agata (e la tempesta… su Gli anni
Agata (e la tempesta… su #5libri resistenti
polimena su #5libri resistenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: