Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

La bellezza delle cose fragili

ImmagineLe cose sono belle, così belle da far male, ma così fragili che conviene non dare nomi, non affezionarsi e forse anche non crederci e tirare avanti, sempre, come muli, sapendo che la bellezza persiste, indipendentemente da te.

C’è in questo libro una tremenda ineluttabilità, uno schiacciante destino, tutto africano: partenze, abbandoni, abusi, ferite, dolori e lutti, accompagnati da riconciliazioni, successi, ritorni e accettazioni.

C’è una famiglia che ha compiuto diverse migrazioni e moltissimi cambiamenti, così tanti che ci si chiede come si possa sopravvivere a tutti questi strappi e alle lontananze e agli abissi.

C’è un uomo che ha fatto una scelta e i suoi figli che ne portano i segni, più di ogni altro, nella loro carne.

E’ un romanzo complesso, dallo stile complesso, non è facile arrivare in fondo ed è quasi impossibile girare l’ultima pagina e non scoprire in noi una piccola ferita aperta, che ha qualcosa da dire e qualcosa da insegnare prima di rimarginarsi.

Sublime.

Taiye Selasi
La bellezza delle cose fragili
Traduzione di Federica Aceto
Einaudi
2013
pp. 344
ISBN 9788806208028
Annunci

Informazioni su mam coumba

mamma single, blogger, counsellor, esperta di migrazioni e nuove identità

3 commenti su “La bellezza delle cose fragili

  1. Agata (e la tempesta)
    10/02/2014

    insomma, lo devo iniziare. Grazie.

    Mi piace

  2. Agata (e la tempesta)
    10/02/2014

    L’ha ribloggato su LibriPensierie ha commentato:

    Suggerimenti di letture.

    Mi piace

  3. speranza
    13/02/2014

    interessante. lo leggerò.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10/02/2014 da in Ora in libreria, Primo: non discriminare, Varie con tag , .

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: