Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

La Bartlett e Virginia Woolf: mi hanno demolito un mito.

TRECUGINE

Ci sono degli scrittori che ho sempre amato, i cui libri ti porti dentro, anno dopo anno, lettura dopo lettura. Libri che mi hanno emozionato e fatto piangere, meravigliato e sorpreso.

Uno di questi scrittori è Virginia Woolf. La sua vita e la sua morte mi hanno sempre affascinato, così come le sue amicizie del gruppo Bloomsbury e le sue idee liberali.

Quindi, quando mi è capitato fra le mani il libro edito da Sellerio, Una stanza tutta per gli altri, che la brava scrittrice Alicia Jimenz Bartlett ha dedicato alla Woolf e al suo rapporto con la servitù, non ho resistito.

Il titolo del libro riecheggia il titolo del celebre saggio del 1929 della Woolf Una stanza tutta per sé (A Room of One’s Own) in cui la scrittrice rivendica anche per le donne l’accesso alla cultura che era appannaggio del genere maschile. Belle parole, quelle.

View original post 429 altre parole

Annunci

Informazioni su polimena

Sconvolta dal fatto che nell'interpretazione della canzone dei Tre cowboy dello zecchino le toccasse sempre la parte del Pacioccone, decise di rifugiarsi negli Harmony. Ne lesse talmente tanti da farne indigestione e da non sopportare più l'aroma zuccheroso e scontato. Onnivora con poche eccezioni legge per puro diletto, senza alcun filo logico se non l'ispirazione del momento o il consiglio di pochi fidati amici di letture.

Un commento su “La Bartlett e Virginia Woolf: mi hanno demolito un mito.

  1. nenenabou
    10/02/2014

    Polimena, non sono d’accordo! amo Virgina Woolf e amo il fatto che sia umana, ho amato questo librino e il diario di Nelly mi ha aperto nuovi mondi, proprio come avevano fatto le lettere tra Virginia e Vita Sckville-West, senza nulla togliere alla sua scrittura, amo l’umanità dei mie miti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31/01/2014 da in Tra un tè e un pasticcino.

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: