Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

La verità sul caso Harry Quebert

4527328_0#laveritasulcasoHarryQuebert Non tutti siamo #nabokov ed infatti non tutti scriviamo libri. Stile alla #mariucciofalaquinta #grottesco

Titolo: La verità sul caso Harry Quebert
Autore: Joel Dicker
Editore: Bompiani
Pagine: 779
Prezzo: euro 19,50

Annunci

Informazioni su zaidenoll

Archeologa Preistorica, convinta evoluzionista, militante multiculturalista e lettrice ossessivo compulsiva: dall’etichetta dello sciampo all’ultimo numero di Nature. La sua #sfida2016: curarsi con i libri, che siano premi nobel o robetta terapeutica.

4 commenti su “La verità sul caso Harry Quebert

  1. Vincenzo Cipriani
    29/12/2013

    DIcker è in possesso di una tecnica impressionante. Ci trascina avanti e indietro nel tempo a suo piacimento, in barba alle regole di qualsiasi manuale di scrittura. Ci dice all’inizio chi sia il colpevole facendosi tuttavia consulare gli occhi per seicento pagine alla sua ricerca. Tradotto in decine di lingue, ha un sito praticamente solo in francese non aggiornato dal 2012. Genio della comunicazione.

    Mi piace

  2. zaidenoll
    30/04/2014

    Certo….
    non tutti siamo Nabokov.
    Ma se avessi lo stile di un bambino isterico di otto anni, io mi guarderei bene dallo scrivere un libro.
    Per farla breve, aveva in tutto e per tutto ragione Enzo B. 🙂
    Per farla lunga, scrivo due recensioni:
    RECENSIONE 1: LO STILE
    Ecco, quale stile? La scrittura di Dicker e’ cosi puerile da risultare spesso ridicola. Si, avete capito bene, ridicola.
    Le scene in cui il grande scrittore, intellettuale, riempie pagine e pagine delle lettere N-O-L-A.
    Per non parlare dell’oggetto del desiderio, che si esprime unicamente con frasi terminanti in un punto esclamativo.
    Lasciamo poi perdere i “grandi”insegnamenti di vita del maestro all’allievo. Mi hanno fatto quasi rimpiangere le citazioni paoloceliane che mi perseguitano su fb.
    RECENSIONE 2: la trama.
    Accidenti, la trama, anche se a tratti tirata per i capelli, e’ carina!L’idea di base e’ interessante, qella del libro dentro al libro, quella del giallo in se’, l’ambientazione marina, il piccolo paesino, il delitto di 30 anni prima…
    Insomma, e’ per questo che sono arrivata alla fine del libro, Ma attenzione, e’ davvero difficile dimenticare la scrittura grottesca, greve, infantile.
    E cosi’ sono rimasta senza stelline.

    Mi piace

  3. zaidenoll
    01/05/2014

    Lascia perdere, davvero :/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23/12/2013 da in Buttiamoli nel Volga, Ora in libreria, TweeT-rece con tag , .

Seguimi su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: